top of page
Cerca

Fibromialgia e omeopatia


La fibromialgia è un disturbo cronico caratterizzato da diffuso dolore corporeo, spesso accompagnato da una sensazione generale di affaticamento. Può manifestarsi con difficoltà di sonno, problemi di memoria noti come "nebbia cerebrale" e depressione. Le persone affette da fibromialgia spesso sperimentano dolore in specifiche zone del corpo, note come punti sensibili, che risultano particolarmente sensibili e dolorosi.


Anche la più lieve pressione su questi punti può provocare disagio. Il dolore, inspiegabile e persistente per oltre tre mesi, conduce alla diagnosi di fibromialgia. Studi suggeriscono che questa condizione comporti una amplificazione delle sensazioni dolorose a livello cerebrale. La fibromialgia può essere gestita con successo tramite l'uso di trattamenti omeopatici e vibrazionali.


Benefici dell'omeopatia nel trattamento della fibromialgia: Il trattamento tradizionale della fibromialgia spesso comporta l'uso di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), farmaci antiepilettici, antidolorifici e antidepressivi. Tuttavia, è evidente che questi approcci sono principalmente sintomatici e mirano a mascherare i sintomi, piuttosto che affrontare la radice del problema. Inoltre, l'uso prolungato di tali farmaci può causare effetti collaterali significativi, tra cui sanguinamenti gastrointestinali, ictus, reazioni allergiche cutanee, formazione di cisti, aumento di peso, problemi di visione e disturbi cognitivi.


Al contrario, i rimedi omeopatici offrono un approccio naturale per gestire la fibromialgia, aiutando ad alleviare i sintomi e trattare le cause sottostanti per ottenere un sollievo a lungo termine. Questi rimedi sono privi di effetti collaterali e sono costituiti da sostanze naturali sicure.


Comprendere la fibromialgia: La causa esatta della fibromialgia rimane oscura, ma una teoria predominante suggerisce che le persone affette da questa condizione possano avere difficoltà nella percezione del dolore. Queste persone sviluppano una maggiore sensibilità al dolore, con il loro corpo incline a rispondere al dolore in modo più acuto rispetto ad altri. In altre parole, presentano una bassa soglia di tolleranza al dolore per qualsiasi condizione dolorosa.


La maggiore sensibilità al dolore è spesso attribuita a fattori come la serotonina, la sostanza P (un peptide) e i fattori di crescita nervosa. Nella fibromialgia, i livelli di serotonina risultano ridotti, e questa sostanza svolge un ruolo fondamentale nell'inibire i segnali del dolore. Allo stesso tempo, si osservano alti livelli di sostanza P e fattori di crescita nervosa, che contribuiscono a diffondere i segnali del dolore.


L'interazione di questi fattori porta a una sensibilizzazione del cervello, causando ipersensibilità al dolore e, conseguentemente, dolore cronico. In sostanza, le persone affette da fibromialgia sperimentano dolore in modo più intenso rispetto a coloro che non soffrono di questa condizione.

Questa sensibilizzazione centrale fa sì che le persone con fibromialgia siano più sensibili al tatto e alle situazioni che altrimenti non causerebbero dolore. Il loro cervello si trova costantemente in uno stato di elevata reattività, rendendoli suscettibili a percepire il dolore anche da stimoli leggeri. Inoltre, il dolore tende a peggiorare in situazioni di stress psicologico o fisico, come ansia, depressione, lesioni o insonnia. Questa sensibilizzazione centrale può essere innescata da vari fattori, tra cui traumi fisici o emotivi, depressione, insonnia e fattori genetici.


Sintomi della fibromialgia: Il sintomo principale della fibromialgia è il dolore, che può variare da costante, profondo e sordo a pulsante, acuto, tagliente o bruciante. Questo dolore coinvolge muscoli, tendini, legamenti e le aree circostanti delle articolazioni. L'attività fisica tende a intensificare il dolore. Inoltre, le persone con fibromialgia possono sperimentare intorpidimento, formicolio e rigidità se rimangono in una posizione per troppo tempo.


I punti sensibili rappresentano un altro aspetto importante. Questi sono circa nove coppie di punti specifici sul corpo, noti per scatenare dolore acuto quando sottoposti a pressione. Secondo i criteri dell'American College of Rheumatology, la diagnosi di fibromialgia richiede che almeno 11 dei 18 punti sensibili risultino dolorosi quando sottoposti a una specifica pressione. Questi punti sono situati nella parte anteriore e posteriore del collo, ai fianchi, ai gomiti, nella parte inferiore e superiore della schiena, alle ginocchia, al petto e alle spalle.






L'affaticamento è comune tra le persone con fibromialgia, anche dopo un sonno prolungato. Questo tipo di stanchezza può essere paragonato a quella sperimentata durante l'influenza e rende difficile compiere anche le attività quotidiane più semplici.


I disturbi del sonno sono frequenti nei pazienti con fibromialgia, comportando difficoltà ad addormentarsi, risvegli notturni frequenti e sonno leggero facilmente disturbato dal dolore. Spesso, tali disturbi sono correlati ad altre condizioni, come la sindrome delle gambe senza riposo e l'apnea notturna, che interessano spesso le persone con fibromialgia. Inoltre, molti pazienti si svegliano al mattino senza sentirsi riposati.


La "fibro-nebbia" rappresenta una sensazione di confusione mentale, accompagnata da problemi cognitivi. Le persone con fibromialgia possono avere difficoltà a concentrarsi, a mantenere l'attenzione e a compiere attività mentali complesse, come ricordare informazioni, apprendere nuove cose e partecipare a conversazioni.


Oltre ai sintomi precedentemente menzionati, la fibromialgia può manifestarsi con mal di testa, depressione, ansia, formicolio, intorpidimento, sensazioni di bruciore alle mani, ai piedi, alle braccia e alle gambe, dolore addominale, mestruazioni dolorose nelle donne e sindrome dell'intestino irritabile.


Fattori scatenanti: Diversi fattori possono contribuire allo sviluppo della fibromialgia:

  1. Storia familiare: L'insorgenza della fibromialgia è più probabile nelle persone con una storia familiare di questa condizione.

  2. Genere: Le donne sono più suscettibili alla fibromialgia, con l'80-90% dei casi diagnosticati che riguardano il sesso femminile. Si ritiene che gli ormoni femminili, come l'estrogeno, possano avere un ruolo in tutto questo.

  3. Età: La fibromialgia colpisce più spesso le persone tra i 20 e i 50 anni.

  4. Altre malattie: Chi soffre di condizioni come l'artrite reumatoide, il lupus, la spondilite anchilosante o l'osteoartrite è più incline a sviluppare fibromialgia.

  5. Disturbi del sonno: I disturbi del sonno, come l'apnea notturna e la sindrome delle gambe senza riposo, aumentano la probabilità di fibromialgia.

  6. Infezioni: Alcuni virus, tra cui il virus di Epstein-Barr, il virus influenzale e i virus delle epatiti B e C, possono scatenare o peggiorare la fibromialgia. Inoltre, la malattia di Lyme causata dal batterio Borrelia burgdorferi è associata a questa condizione.

  7. Traumi: Sia traumi fisici, come un infortunio cervicale, che traumi emotivi, come una perdita o uno stress emotivo, possono innescare la fibromialgia.

Diagnosi della fibromialgia: La diagnosi della fibromialgia è spesso complicata a causa della mancanza di test specifici. Inoltre, i sintomi della fibromialgia, principalmente il dolore, possono sovrapporsi a quelli di altre condizioni. La diagnosi di fibromialgia si basa su una valutazione clinica, e non esistono test di laboratorio specifici per confermare la condizione. Tuttavia, vengono eseguiti test di laboratorio per escludere altre condizioni con sintomi simili, in particolare dolori cronici. Questi test includono il fattore reumatoide, il peptide citrullinato anticiclico (anti-CCP), la velocità di eritrosedimentazione (VES), l'emocromo completo (CBC) e i test di funzionalità tiroidea.



Rimedi omeopatici:


Arnica Montana – E' un medicinale naturale per la fibromialgia. Viene utilizzato principalmente nei casi di fibromialgia in cui ci sono dolori e contusioni nel corpo. Il corpo si sente zoppo e dolorante come se fosse stato picchiato. È sensibile al tatto e la persona ha paura di toccare le parti doloranti. Possono essere presenti affaticamento, intorpidimento e formicolio agli arti. Una storia di lesioni è di solito presente nelle persone che necessitano di questo medicinale.


Rhus Toxicodendron – Medicina naturale efficace per la fibromialgia Rhus Toxicodendron è un farmaco elencato tra le migliori per il trattamento della fibromialgia. È indicato nei casi in cui c'è un dolore diffuso nel corpo. Il dolore è presente nei muscoli, nei tendini e nei legamenti e può essere di natura lacerante e penetrante. Si vede peggiorare con lo sforzo e durante la notte. Il sonno viene disturbato e c'è una marcata rigidità nel corpo. Il mal di schiena è molto prominente e migliora con il movimento. Rhus Tox è indicato anche per l'intorpidimento e la sensazione di formicolio agli arti.


Kalium Phosphoricum – Per i problemi di affaticamento e sonno Kalium Phosphoricum è un rimedio naturale per la fibromialgia usato per trattare l'affaticamento marcato e i problemi di sonno nei casi di fibromialgia. C'è un'intensa debolezza, stanchezza e l'intero sistema si sente svuotato. La persona colpita si affatica facilmente e ha dolori muscolari. Lo sforzo peggiora la condizione. L'insonnia è un altro problema importante che viene trattato bene con questo medicinale. Anche una sensazione di formicolio alle mani e ai piedi e la fibromialgia legata allo stress sono indicativi di questo rimedio.


Bryonia Alba – Dove il dolore peggiora a causa del movimento. La Bryonia Alba è una medicina naturale preparata con la pianta del luppolo selvatico. L'ordine naturale di questa pianta è Cucurbitaceae. Bryonia Alba è un medicinale naturale molto utile per la fibromialgia considerato nei casi in cui i dolori peggiorano a causa del movimento. Sdraiarsi e riposare in assoluto offre sollievo dai dolori. Il tipo di dolore varia da acuto a tipo di dolore lacerante. La pressione provoca dolore sui punti dolenti che si trovano sulla parte bassa della schiena e sul ginocchio. Anche la rigidità accompagna il dolore.


Magnesium Phosphoricum – Quando il calore allevia il dolore. Magnesium Phosphoricum è un trattamento naturale ben indicato per la fibromialgia in cui il calore allevia i dolori. I dolori nel corpo sono per lo più di natura mutevole, cambiando da un luogo all'altro frequentemente. Il carattere del dolore è per lo più acuto e lancinante. Il tocco leggero tende a peggiorare il dolore e c'è dolore al collo, alla parte bassa della schiena e agli arti inferiori. I dolori tendono anche ad irradiarsi dal punto di origine. Sono presenti irrequietezza ed estrema debolezza, e il freddo tende a peggiorare i dolori.


Ruta Graveolens – Per la fibromialgia con irrequietezza. Ruta Graveolens è un rimedio per la fibromialgia preparato dalla pianta fresca di Ruta da giardino della famiglia delle Rutaceae. Il suo utilizzo è indicato per i dolori del corpo insieme all'irrequietezza. L'indolenzimento dei tendini e i dolori sono di natura profonda, acuta, tirante, lacerante in natura sono presenti principalmente nel collo, nelle spalle, nella parte bassa della schiena e nel ginocchio.


Album Arsenicum – Per l'affaticamento marcato, l'arsenicum album è un medicinale utile per la fibromialgia con affaticamento marcato. Le indicazioni chiave per l'uso di questo medicinale includono debolezza improvvisa, stanchezza eccessiva, spossatezza da sforzo leggero, dolori brucianti nel corpo in aree come la schiena e gli arti. L'uso di questo medicinale è anche considerato nei casi di fibromialgia quando è presente ansia intensa e irrequietezza. Tutti i disturbi peggiorano durante la notte.


Cimicifuga Racemosa – Per il dolore al collo e alla parte bassa della schiena. Cimicifuga Racemosa è indicato per la fibromialgia con dolori marcati ai muscoli del collo e della parte bassa della schiena. È presente anche una sensazione di rigidità e contrazione del collo. Dolori sordi e forti nella parte bassa della schiena che migliorano con il riposo, dolori muscolari che peggiorano a causa del movimento ed eccessivo indolenzimento muscolare sono altri sintomi di accompagnamento.


Gelsemium Sempervirens – E' preparato dalla pianta Gelsomino Giallo. L'ordine naturale di questa pianta è Loganiaceae. Le indicazioni chiave per l'uso di questo medicinale includono dolori muscolari e stanchezza, dolori profondi che peggiorano nella schiena, nei fianchi, nel collo e sotto la scapola. Gli sforzi peggiorano il dolore e possono essere presenti anche mal di testa insieme ai sintomi di cui sopra.


Coffea Cruda Per i problemi del sonno. Coffea Cruda è un medicinale usato per trattare i problemi

del sonno nella fibromialgia. La persona che ha bisogno di questo medicinale ha una grave insonnia. È indicato nei casi di irrequietezza e sonno disturbato. L'ipersensibilità al dolore è un'altra caratteristica comune.

Ignatia Amara – Per la fibromialgia con depressione. Ignatia Amara è un medicinale a base vegetale preparato dal fagiolo Sant'Ignazio della famiglia delle Loganiaceae. Ignatia è una medicina naturale per la fibromialgia e la depressione. Una storia di shock emotivo come la perdita di una persona cara, o qualsiasi grave dolore o delusione può essere presente nelle persone che hanno bisogno di questo medicinale. I sintomi della depressione come tristezza, pianto, desiderio di stare da soli sono ben marcati insieme all'esaurimento mentale e fisico.


Causticum – Trattamento naturale per la fibromialgia con dolori diffusi. Il Causticum è un medicinale per il trattamento della fibromialgia con dolori diffusi. Il dolore è prominente nel collo, nella parte bassa della schiena, nei glutei, nelle spalle, nelle scapole, nei gomiti e nelle ginocchia. I dolori sono presenti costantemente e possono variare di intensità. C'è dolore lacerante nella parte posteriore del collo insieme a rigidità. Sono presenti pizzicori, dolori crampiformi nella regione lombare e nei glutei, pressione e dolore alle spalle che peggiorano in movimento, dolore pressante ai gomiti e dolore marcato ai fianchi durante la notte. Ci sono dolori laceranti agli arti che si spostano da una parte all'altra.


Phosphoricum Acidum – Per la fibromialgia con nebbia cerebrale. Phosphoricum Acidum è una medicina naturale per la fibromialgia in cui una persona soffre di nebbia cerebrale estrema. La persona che ha bisogno di questo rimedio ha difficoltà a raccogliere i pensieri e può sperimentare una dissociazione casuale nei pensieri insieme a debolezza mentale. La persona può avere difficoltà a comprendere le cose o a concentrarsi su un compito. Nella maggior parte dei casi, può essere presente una storia di dolore o dispiacere. Problemi di insonnia ed estrema debolezza possono essere presenti con i sintomi di cui sopra.


Esiste anche la Vibronica che corre in supporto alla fibromialgia. Vuoi saperne di più? Clicca qui

 

Migliora le tue competenze con i nostri Corsi Online!


Desideri approfondire le tue conoscenze o acquisire nuove competenze? Scopri i nostri corsi online su Corsi & Workshop Online. Abbiamo una varietà di corsi che si adattano alle tue esigenze e ai tuoi interessi, tra cui anche corsi gratuiti.










545 visualizzazioni2 commenti

2 commentaires


Invité
19 nov. 2023

Carissima Patrizia, ammiro qiello che fa in questo sito per la salute umana. A tal proposito vorrei indicarle un'idea diversa per quello che riguarda la guarigione da ogni malattia corporea. Sarei felicissimo se potesse visionare questa cosa e farmi sapere cosa ne pensa! Legga cosa dice questa dottoressa, poi mi faccia sapere:

https://sallyknorton.com/


Saluti

M.

J'aime
En réponse à

Nelle persone sane e che hanno un ottimo microbioma intestinale, non devono temere gli ossalati. Chi ha problemi intestinali, chi ha assunto di recente antibiotici dovrebbe invece porre attenzione. Come ovviare questo problema. Praticamente la ricerca ci viene in aiuto. Ricerche recenti indicano che aumentare l'assunzione di cibi ricchi di calcio quando si mangiano cibi ricchi di ossalato può essere un approccio migliore rispetto alla semplice eliminazione dalla dieta. Mentre si digerisce, ossalato e calcio si ha maggiori probabilità di legarsi insieme prima di arrivare ai reni, rendendo meno probabile la formazione di calcoli renali. Ma attenzione alle mode, perché l'ossalato è prodotto come prodotto finale del metabolismo della vitamina C (acido ascorbico). Grandi dosi di vitamina C possono aument…

J'aime

La tua donazione ci aiuta

Se ti è piaciuto questo articolo, saremmo molto felici di un piccolo contributo al nostro lavoro! Per poter continuare a dare una informazione libera. Dona ora con PayPal.

Iscriviti alla mia Newsletter
Ogni mese consigli sulla salute via e-mail, informazioni sulla naturopatia e tendenze nella medicina naturale
Il tuo modulo è stato inviato!
Competenza e fiducia:
I nostri testi sono preparati professionalmente, scientificamente e controllati legalmente da esperti interni: farmacisti, biologi e nutrizionisti. In caso di domande sul contenuto del testo, inviare una e-mail a:
info@patriziacoffaro.it
bottom of page