top of page
Cerca

Cause della ferritina bassa



Quando si parla di ferritina divento rabbiosa. Perché sono stata per ben 20 con ferritina nel sangue molto alta. La maggior parte dei medici non dava importanza a questo risultato, perché gli altri esami erano tutti nella norma. Dopo aver studiano nel Regno Unito la "Medicina Complementare" con diplomi e attestati accreditati dal governo gallese, mi resi conto che tutto il mio quadro clinico aveva diverse falle non riconosciute o trattate adeguatamente dai medici.


E fu così che scopri di avere mutazioni genetiche che attivavano la predisposizione a certe patologie, così come l'emocromatosi. L'emocromatosi è una malattia determinata da difetti nei meccanismi di regolazione del metabolismo del ferro che conducono al progressivo accumulo di ferro nell'organismo. Se non diagnosticata e trattata in tempo può provocare danni anche seri a fegato, pancreas e cuore, alle ghiandole connesse alla sfera sessuale e alle articolazioni. Esistono due forme della malattia: una ereditaria, che è quella più diffusa, e una secondaria, dovuta a cause diverse.


La ferritina può essere dannosa sia ad averla alta che bassa. Molte persone combattono, al contrario di me, con valori bassissimi di ferritina. devi sapere che la ferritina è la proteina che il nostro corpo utilizza per immagazzinare il ferro all'interno delle cellule e utilizzarlo quando è necessario. La quantità di ferritina nel sangue (livello di ferritina sierica) è direttamente correlata alla quantità di ferro immagazzinata nel corpo. Pertanto, la ferritina è un parametro molto importante e molto utile per determinare lo stato del ferro nel nostro corpo ed è necessario affinché le cellule muscolari e cardiache producano energia [1]. Cioè, se ce ne fosse molto o poca. Il ferro è necessario per la normale produzione dei globuli rossi. I globuli rossi sono portatori di ossigeno ai tessuti del corpo.


Gran parte del ferro immagazzinato nella ferritina è accessibile per le esigenze metaboliche. Uno dei più importanti è il trasferimento del ferro per la sintesi dell'emoglobina dai globuli rossi per trasportare l'ossigeno nel corpo.


La ferritina nel sangue è un indicatore indiretto della quantità totale di ferro immagazzinata nel corpo . Bassi livelli di ferritina segnalano che le riserve di ferro del corpo sono basse. Livelli più alti, d'altra parte, possono indicare che hai una condizione che fa sì che il corpo immagazzini troppo ferro [2]. Tuttavia, la ferritina svolge un ruolo nella risposta immunitaria e aumenta in condizioni quali infiammazione cronica, infezioni e cancro, indipendentemente dai livelli di ferro [2].


Livelli ematici di ferritina normali:

  • Uomini: 30-400 nanogrammi per millilitro (ng/mL)

  • Donne: 15-150 ng / mL

  • Bambini (da 6 mesi a 15 anni): 7-140 ng / ml

  • Neonati (1-5 mesi): 50-200 ng / mL

Tuttavia, questi valori variano tra i laboratori, a causa delle differenze nelle attrezzature, nelle tecniche e nei prodotti chimici utilizzati.


Riepilogo delle malattie associate alla ferritina inferiore

  • Anemia [2]

  • Stanchezza [3]

  • Perdita di capelli [4, 5, 6, 7]

  • Fibromialgia [ 8 ]

  • IBD [9]

  • Ipotiroidismo [10]

  • Depressione [11]

  • Ansia [12]

  • ADHD [13]

  • Celiachia [14,15]

  • Parkinson [1]

  • Sindrome delle gambe senza riposo [1]

Condizioni associate a bassa ferritina


Le condizioni seguenti sono state associate a bassi livelli di ferritina. Alcune di queste associazioni possono essere causali mentre altre no. Se la tua ferritina è bassa, non significa che tu abbia nessuna delle condizioni elencate di seguito! Collabora con il tuo medico o un altro operatore sanitario per ottenere una diagnosi accurata.


Può derivare da carenza di ferro/ferritina bassa:


1) Anemia


Un basso livello di ferritina nel sangue indica l'esaurimento delle riserve di ferro e può essere utilizzato per diagnosticare l'anemia da carenza di ferro [2].

L'anemia da carenza di ferro può manifestarsi con [9]:

  • Fatica

  • Mal di testa

  • Vertigini

  • Fiato corto

  • Elevato frequenza cardiaca (tachicardia)

  • Nelle donne: periodi mestruali irregolari o assenti nelle donne

  • Impotenza

  • Perdita della libido

Diversi studi hanno dimostrato che il trattamento dell'anemia migliora la funzione cognitiva. Questo perché il ferro è un componente di molti enzimi essenziali e anche dei globuli rossi che trasportano l'ossigeno al cervello. Infatti, la correzione della carenza di ferro in 73 ragazze non anemiche ha dimostrato di migliorare l'apprendimento verbale e la memoria [16].


2) Stanchezza


La ferritina e l'esaurimento del ferro possono essere riscontrate in alcune persone che si lamentano della stanchezza. In uno studio su 90 donne carenti di ferro non anemiche, il ferro per via endovenosa ha migliorato l'affaticamento in oltre l'80% delle donne [3]. Ci sono alcuni scienziati che raccomandano l'integrazione di ferro per le donne con stanchezza inspiegabile che hanno livelli di ferritina inferiori a 50 μg / L [17].


3) Perdita di capelli


Diversi studi hanno scoperto che la bassa ferritina è correlata alla caduta dei capelli [4,5,6,7]. In 60 donne senza infiammazione sistemica o altri disturbi sottostanti, livelli di ferritina inferiori o uguali a 30 ng / mL erano fortemente associati alla caduta dei capelli [6]. Uno studio ha confrontato 210 uomini e donne con perdita di capelli con 210 controlli sani. La ferritina era inferiore in quelle con perdita di capelli di tipo femminile (<504 ng / ml), rispetto alle donne sane (> 70 ng / ml). Tra gli uomini, il 23% di quelli con perdita di capelli aveva ferritina inferiore (<70 ng / ml), mentre nessuno degli uomini senza perdita di capelli aveva ferritina inferiore a 70 ng / ml [7].


La ferritina può diminuire nei seguenti casi:


4) Malattia infiammatoria intestinale (IBD)


La perdita di ferro dovuta a sanguinamento intestinale cronico nella malattia infiammatoria intestinale (IBD) può superare la quantità di ferro che può essere assorbita dalla dieta, determinando un bilancio del ferro negativo [9]. In effetti, l'anemia è una complicanza comune associata alla malattia infiammatoria intestinale (IBD). L'Organizzazione Mondiale della Sanità stima che oltre il 30% della popolazione soffra di anemia da carenza di ferro, ma rimane una caratteristica sotto gestita di molte condizioni gastrointestinali. Inoltre, gli scienziati stimano che un terzo dei pazienti con malattia infiammatoria intestinale (IBD) soffra di anemia ricorrente [9].


Quasi tutti i pazienti anemici con IBD mostrano un certo grado di carenza di ferro come conseguenza di restrizioni dietetiche, malassorbimento o sanguinamento intestinale [18]. Sia la carenza di ferro che l'anemia da malattia cronica (ACD) contribuiscono allo sviluppo dell'anemia nell'IBD [9]. Tuttavia, l'infiammazione è il motivo per cui alcuni pazienti con IBD anemici possono avere ferritina elevata. In questi casi può essere utilizzato un test PCR ad alta sensibilità per escludere l'infiammazione.


La stanchezza cronica, un sintomo frequente delle MICI (Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali), è comunemente causata dall'anemia e può debilitare i pazienti tanto quanto il dolore addominale o la diarrea [9].


Nell'IBD, il trattamento con il ferro per via orale è limitato da uno scarso assorbimento, intolleranza e induzione di stress ossidativo nel sito dell'infiammazione intestinale. Tuttavia, gli studi suggeriscono che il saccarosio di ferro per via endovenosa ha un buon profilo di sicurezza e un tasso di risposta del 65-75% entro 4-8 settimane, che è parallelo al miglioramento della qualità della vita. Inoltre, la ricerca ha dimostrato che la terapia di combinazione con eritropoietina (EPO) può portare a un aumento più rapido e maggiore dell'emoglobina [9].


In uno studio su 40 pazienti con malattia di Crohn anemica, quelli trattati con ferro ed EPO hanno avuto una migliore sensazione di benessere e umore, capacità fisiche e attività sociali migliorate. Inoltre, i singoli pazienti hanno riportato sollievo da disturbi del sonno e aumento dell'appetito o della libido [19].


Studi sulle cellule dimostrano che la carenza di ferro può aumentare la risposta IFN-gamma nell'infiammazione guidata da Th1 in disturbi infiammatori immuno-mediati come il morbo di Crohn. Il ferro può ridurre l'infiammazione diminuendo il TNF-a, abbassando Th1 e aumentando la funzione Th2 [9].

5) Celiachia


La deplezione del ferro e la bassa ferritina sono risultati frequenti nei pazienti con malattia celiaca [14,15].


6) Ipotiroidismo


Alterazioni dello stato e dell'attività tiroidea possono provocare cambiamenti nei livelli di ferritina nel sangue [20]. L'ipotiroidismo subclinico è associato ad anemia da carenza di ferro e livelli di ferritina inferiori [10,21]. Uno studio ha dimostrato che i livelli di ferritina nel sangue sono aumentati in 12 pazienti ipotiroidei con malattia di Hashimoto quando è stata raggiunta la normale funzione tiroidea con la terapia con L- tiroxina [20].


7) Neuroferritinopatia


Una malattia genetica rara, la neuroferritinopatia, è il risultato di mutazioni nel gene che codifica per un componente della ferritina. Queste mutazioni compromettono l'assemblaggio della ferritina e portano a una perdita della capacità di immagazzinamento del ferro all'interno delle cellule cerebrali, che causa un danno cellulare mediato dal ferro [1].



Associato a bassa ferritina:


8) Depressione e ansia


In uno studio osservazionale su 192 studentesse, il livello medio di ferritina negli studenti con depressione era significativamente inferiore rispetto a quelli sani. Avere una bassa ferritina era associato a probabilità 1,9 volte maggiori di essere depressi [11].


In un altro ampio studio su 1 milione di bambini e adolescenti, coloro che avevano carenza di ferro, misurata dalla ferritina, avevano maggiori probabilità di essere diagnosticati con depressione unipolare (OR = 2,34), disturbo bipolare (OR = 5,78) e disturbo d'ansia (OR = 2,17) [12].


9) ADHD


La carenza di ferro è stata associata ad attenzione e problemi comportamentali e ADHD . Diversi studi suggeriscono che i bambini con ferritina bassa possono avere sintomi di disattenzione, iperattività/impulsività e ADHD peggiori [23,13,12].


Ricorda inoltre che possiamo riscontrare livelli aumentati di ferritina senza un vero e proprio sovraccarico di ferro come avviene in situazioni di infezione e infiammazione. Uno di questi è particolarmente frequente, che è la cosiddetta sindrome metabolica, che sono coloro che sono in sovrappeso, hanno una tendenza all'ipertensione, una tendenza ad avere glucosio alto, colesterolo o trigliceridi. Questi pazienti hanno solitamente una steatosi epatica che produce una condizione infiammatoria che di solito è accompagnata da un moderato aumento della ferritina senza un vero e proprio sovraccarico di ferro.



506 visualizzazioni0 commenti

تعليقات


La tua donazione ci aiuta

Se ti è piaciuto questo articolo, saremmo molto felici di un piccolo contributo al nostro lavoro! Per poter continuare a dare una informazione libera. Dona ora con PayPal.

Iscriviti alla mia Newsletter
Ogni mese consigli sulla salute via e-mail, informazioni sulla naturopatia e tendenze nella medicina naturale
Il tuo modulo &egrave; stato inviato!
Competenza e fiducia:
I nostri testi sono preparati professionalmente, scientificamente e controllati legalmente da esperti interni: farmacisti, biologi e nutrizionisti. In caso di domande sul contenuto del testo, inviare una e-mail a:
info@patriziacoffaro.it
bottom of page