top of page
Cerca

Morbo di Basedow: che fare?



Il morbo di Basedow, spesso chiamato anche come “malattia di Graves-Basedow” o “malattia di Graves” è una malattia autoimmune che aumenta l'attività della tiroide, una piccola ghiandola del collo, con conseguente sovrapproduzione di ormoni tiroidei [1,2]. È causato dalle immunoglobuline stimolanti la tiroide (TSI), note anche come anticorpi stimolanti la tiroide (TSAb) o anticorpi del recettore tiroideo (TRAb). Questi anticorpi impersonano l'ormone stimolante la tiroide (TSH) normalmente prodotto dalla ghiandola pituitaria, stimolando la produzione degli ormoni tiroidei T4 e T3 [1].


Il morbo di Basedow è la causa più comune di ipertiroidismo (tiroide iperattiva) nel mondo, rappresentando il 70-80% dei casi di ipertiroidismo [1,2,3].


Sintomi

Gli ormoni tiroidei influenzano praticamente tutti gli altri organi del corpo regolando la velocità con cui funziona il metabolismo. Ecco perché i sintomi associati al morbo di Basedow possono essere molti e diversi. Segni e sintomi comuni includono [2,4]:

  • Perdita di peso

  • Ansia e irritabilità

  • Aumento della frequenza cardiaca

  • Fatica

  • Tremori

  • Sensibilità al calore

  • Ingrossamento della tiroide (collo gonfio)

  • Periodi irregolari

  • Dolore agli occhi e arrossamento

  • Bulbi oculari gonfi e sporgenti (oftalmopatia )

  • Pelle spessa e rossa sugli stinchi o sui piedi (dermopatia)

  • Dermopatia (malattia della pelle)

Questi sintomi non sono unici, molte altre condizioni possono causarli. Se si verifica uno di questi sintomi, consultare il medico il prima possibile per ottenere una diagnosi accurata. Cerca assistenza immediata se stai riscontrando sintomi legati al cuore o perdita della vista!


Diagnosi


Per aiutare a diagnosticare il morbo di Basedow, i medici esamineranno una serie di cose, inclusi segni e sintomi ed esami del sangue, tra cui [2]:

  • TSH

  • Tiroxina ( T4 )

  • Triiodotironina ( T3 )

Le persone con il morbo di Basedow di solito hanno alti livelli di ormoni tiroidei (T4 e T3) e bassi livelli di ormone stimolante la tiroide (TSH) [2].

Se necessario, il medico può anche controllare [2]:

  • livelli di anticorpi che causano il morbo di Basedow (test TRAb)

  • assorbimento di iodio radioattivo

  • se la ghiandola tiroidea è ingrandita da esami ecografici o di imaging (TC, RM)

Cause e meccanismi


Le immunoglobuline specifiche (anticorpi IgG), chiamate immunoglobulina stimolante la tiroide (TSI), anticorpi stimolanti la tiroide (TSAb) o anticorpi recettori tiroidei (TRAb), si legano e attivano il recettore dell'ormone stimolante la tiroide (TSH) sulle cellule della ghiandola tiroidea. Ciò provoca la crescita delle cellule della ghiandola tiroidea, che si traduce in una tiroide ingrossata e alti livelli di ormone tiroideo [4]. Uno studio suggerisce che le cellule Th17 e Th22 possono svolgere un ruolo nello sviluppo della malattia di Graves aumentando la risposta autoimmune [5].


Fattori di rischio


Sebbene chiunque possa sviluppare il morbo di Basedow, ci sono una serie di fattori che possono aumentare il rischio. Questi fattori di rischio includono [4,6]:

  • Una storia familiare di morbo di Basedow

  • Genere femminile

  • Avere meno di 40 anni

  • Avere altre malattie autoimmuni (ad es. Diabete di tipo 1, artrite reumatoide)

  • Lo stress emotivo o fisico , come eventi stressanti o malattie gravi, può agire come trigger

  • Gravidanza e parto recente

  • Fumo


Morbo di Basedow e altri problemi di salute


Morbo di Basedow e oftalmopatia


Questa condizione si verifica in circa un terzo delle persone che hanno il morbo di Basedow. È una malattia degli occhi che fa sporgere l'occhio e le palpebre si ritraggono e si ritardano durante l'apertura o la chiusura. Le cellule T ( globuli bianchi) nel corpo attaccano un antigene (una molecola che provoca una risposta immunitaria) negli occhi. Questo porta a gonfiore e protrusione del bulbo oculare [7]. Le persone con questa condizione di solito hanno una sensazione di sabbia negli occhi, visione offuscata, battito di ciglia poco frequente, secchezza degli occhi e irritazione [7].


L'oftalmopatia nel morbo di Basedow può, in alcuni casi, manifestarsi senza ipertiroidismo.


Il morbo di Basedow e dermatopatia


La dermopatia è una condizione della pelle che fa diventare la pelle rossa e spessa, simile a quella di un'arancia [7]. Questa manifestazione è relativamente rara.


Il morbo di Basedow e gravidanza


Nelle donne in gravidanza con il morbo di Basedow, gli anticorpi possono attraversare la placenta e causare disfunzioni tiroidee nel feto [8]. Poiché il morbo di Basedow è una malattia autoimmune, può essere problematica durante le prime fasi della gravidanza. Tuttavia, durante la gravidanza, il sistema immunitario viene soppresso e il morbo di Basedow può migliorare [8]. Se l'ipertiroidismo non è gestito, può causare problemi come [8]:

  • Pressione sanguigna alta

  • Arresto cardiaco

  • Aborto spontaneo

  • Nascita prematura

  • Anomalie del feto

Morbo di Basedow e Osteoporosi


Quantità eccessive di ormoni tiroidei accelerano il turnover osseo, riducono la densità minerale ossea e possono portare a ossa deboli e fragili (osteoporosi) e fratture [9,10].


Morbo di Basedow e tiroidite di Hashimoto


A differenza di Basedow, Hashimoto si verifica quando un anticorpo blocca l'attività dell'ormone TSH e provoca danni alla ghiandola tiroidea. Dopo aver interrotto il trattamento per 5-10 anni, il 15-20% delle persone che guariscono da Basedow può sviluppare ipotiroidismo a causa di Hashimoto. Sebbene la causa esatta sia sconosciuta, i ricercatori ritengono che i farmaci per Basedow possano contribuire [13].


Morbo di Basedow e altre malattie autoimmuni


Gli scienziati hanno scoperto che una malattia autoimmune spesso aumenta il rischio di contrarne un'altra. In altre parole, le persone il cui sistema immunitario non funziona correttamente e attacca un determinato tessuto hanno maggiori probabilità di funzionare male e attaccare altri tessuti [14]. In uno studio (trasversale) nel Regno Unito su 3200 pazienti con tiroide, circa il 10% delle persone con il morbo di Basedow aveva anche un'altra malattia autoimmune, come [14]:

  • Artrite reumatoide

  • Lupus

  • Diabete di tipo 1

  • Anemia perniciosa

  • Celiachia

  • Vitiligine

Un'eccezione è una malattia autoimmune chiamata miastenia grave che si verifica molto raramente insieme al morbo di Basedow . Gli scienziati non sono ancora certi del perché, ma pensano che possa essere dovuto al fatto che entrambe le malattie richiedono un meccanismo simile che coinvolge le cellule Th17 [15].


Trattamento per il morbo di Basedow


È importante collaborare con il medico per curare il morbo di Basedow il prima possibile. L'ipertiroidismo non trattato può avere gravi conseguenze negative. Il tuo medico ti aiuterà a trovare il trattamento giusto per te.


Terapia con iodio radioattivo (RAI)


La terapia con iodio radioattivo (RAI) utilizza iodio radioattivo e può essere utilizzata dopo i farmaci antitiroidei o come trattamento iniziale per l'ipertiroidismo di Basedow. La RAI agisce penetrando nelle cellule tiroidee iperattive e distruggendo abbastanza tessuto tiroideo per abbassare i livelli di ormone tiroideo [16,4].


Le dosi di RAI differiscono per ogni paziente e possono differire per ogni trattamento. Tuttavia, gli studi suggeriscono che una dose fissa di RAI è associata a migliori tassi di risposta [16,4]. Sebbene la RAI sia relativamente sicura, le donne incinte non dovrebbero sottoporsi a RAI perché può danneggiare il feto. Inoltre, la RAI può peggiorare l'oftalmopatia di Basedow e aumentare il rischio di ipotiroidismo (bassi livelli di ormone tiroideo) [16].


Probabilmente lo sai già, poiché la cancellazione della ghiandola tiroidea non risolve la causa sottostante del problema. Gli endocrinologi non lo considerano perché la loro preoccupazione principale è gestire l'ipertiroidismo della persona. Ma non affrontare la causa del problema può portare ad altri problemi di salute in futuro. Ad esempio, qualcuno con Basedow ha maggiori probabilità di sviluppare altre condizioni autoimmuni in futuro se la componente autoimmune non viene affrontata.


Farmaci antitiroidei


Il propiltiouracile (Propicyl®) e il metimazolo (Tapazole®)sono due farmaci antitiroidei che aiutano a curare Basedow. Bloccano la produzione di ormoni tiroidei [4]. Tuttavia, poiché inibiscono principalmente la produzione di ormoni tiroidei e non affrontano la causa della malattia, i pazienti possono sperimentare un alto tasso di recidiva della malattia [17]. Sebbene i farmaci antitiroidei siano generalmente ben tollerati, i loro effetti collaterali includono problemi di stomaco, dolori muscolari ed eruzioni cutanee. Potrebbero causare agranulocitosi o un numero estremamente basso di specifici globuli bianchi [18].


Il metimazolo ha meno effetti collaterali del propiltiouracile, che può potenzialmente causare malattie e insufficienza epatica [4]. Il propiltiouracile è preferito nel primo trimestre di gravidanza perché il metimazolo ha un leggero rischio di difetti alla nascita [4]. Gli studi suggeriscono che si ottengono risultati migliori a lungo termine quando la terapia dura più di un anno.


Beta-bloccanti


I beta-bloccanti sono farmaci che aiutano a ridurre la pressione alta o a trattare problemi cardiaci. L'uso di beta-bloccanti può aiutare ad alleviare rapidamente alcuni sintomi di ipertiroidismo, come l'aumento della frequenza cardiaca. Tuttavia, non hanno alcun effetto sui livelli di ormone tiroideo [4].


Chirurgia di rimozione della tiroide


I medici di solito raccomandano di rimuovere la tiroide o parti della tiroide (tiroidectomia) se altri trattamenti non hanno avuto successo, non sono sicuri o se il paziente non può sottoporsi ad altri trattamenti. Inoltre, la rimozione della tiroide può fornire risultati rapidi rispetto ad altre terapie [18]. Le donne incinte possono sottoporsi a un intervento chirurgico di rimozione della tiroide per prevenire danni al feto da farmaci antitiroidei o RAI [18]. I pazienti che subiscono un intervento chirurgico di rimozione della tiroide per il morbo di Basedow hanno un rischio di sanguinamento e lesioni ai nervi. Sono anche a rischio di ipotiroidismo (bassi livelli di ormone tiroideo), questo dopo la procedura [19,17].


Altro


Sebbene questi nuovi trattamenti siano alternative promettenti alle tre terapie principali, al momento non sono disponibili studi clinici sull'uomo. Potrebbero essere necessari diversi anni prima che questi trattamenti si dimostrino efficaci e sicuri per gli esseri umani.


Autoanticorpi monoclonali umani


Gli anticorpi monoclonali (Mabs) sono prodotti in laboratori da cellule immunitarie umane e possono aiutare a rilevare e/o bloccare gli anticorpi dannosi. Uno di questi Mab, può bloccare gli anticorpi stimolatori della tiroide e può essere in grado di prevenire l'effetto sulla tiroide nel morbo di Basedow [20].


Antagonisti di piccole molecole


Diverse piccole molecole possono agire come antagonisti e bloccare l'attività del TSHR (recettore dell'ormone stimolante la tiroide). Nelle cellule umane, NCGC00229600 e NCGC00161856 hanno bloccato con successo il TSHR [21,22].


Trattamento per l'oftalmopatia di Basedow


I sintomi lievi possono essere gestiti con lacrime artificiali e lubrificanti. Il medico può raccomandare quanto segue per sintomi più gravi [23,24]:

  • Glucocorticoidi, che possono ridurre l'infiammazione

  • Altri immunosoppressori, come la ciclosporina

  • La chirurgia di decompressione orbitale può aiutare gli occhi a tornare alla loro posizione originale, di solito eseguita quando la pressione sul nervo ottico mette in pericolo la vista

  • Chirurgia correttiva per retrazione palpebrale e miopatia restrittiva

  • Radioterapia

I sintomi dell'oftalmopatia di Basedow non migliorano necessariamente con il trattamento per il morbo di Basedow. Potrebbero peggiorare per un paio di mesi prima di iniziare a migliorare gradualmente.


Stile di vita e cambiamenti nella dieta


Tre cose che puoi fare, oltre al trattamento, che ti aiuteranno a migliorare i tuoi sintomi e migliorare la tua salute in generale sono:

  • Mangiare una dieta sana ed equilibrata

  • Esercizio fisico regolare

  • Evitare o gestire lo stress. Ricorda che lo stress può scatenare o peggiorare il morbo di Basedow.

Evita i cibi ricchi di iodio, come le alghe e gli integratori contenenti iodio. Possono peggiorare l'ipertiroidismo. Di conseguenza, è importante affrontare questi problemi .Assicurati, insieme al medico, dei valori dello iodio nel corpo con la ioduria urinaria. Esistono casi in cui è necessario integrare. Collabora con il tuo medico per capire quali alimenti e integratori dovresti evitare.


Integratori


Ci sono numerosi fattori che sono importanti per aiutare a ripristinare la salute di una persona con ipertiroidismo e il morbo di Basedow, tra cui seguire una dieta sana, svolgere un buon lavoro di gestione dello stress, curare l'intestino e ridurre al minimo l'esposizione alle tossine ambientali. L'assunzione di integratori alimentari può essere utile per le persone con una condizione ipertiroidea.


Discuti i seguenti supplementi con il tuo medico. Ricorda, questi integratori possono migliorare i sintomi, ma non affronteranno la causa della malattia! Nessuno di questi integratori dovrebbe mai essere fatto al posto di ciò che il medico consiglia o prescrive! Parla sempre con il tuo medico prima di assumere integratori, perché potrebbero interferire con le tue condizioni di salute o con il tuo trattamento/farmaci!


Quindi diamo un'occhiata a ciascuno di questi integratori:


Bugleweed


Bugleweed è un'erba con proprietà antitiroidee e abbassando i livelli di ormone tiroideo può aiutare a ridurre molti dei sintomi ipertiroidei, tra cui l'aumento della frequenza cardiaca a riposo, palpitazioni, perdita di peso, aumento dell'appetito, ecc.


Motherwort

Non influisce sui livelli ormonali tiroidei, ma è più specifico per i sintomi cardiaci associati all'ipertiroidismo, inclusi l'aumento della frequenza cardiaca e le palpitazioni cardiache. Un buon prodotto lo puoi trovare qui: Clicca qui



L-carnitina


Gli studi suggeriscono che la L-carnitina può essere utile nel migliorare sintomi come nervosismo, affaticamento e battito cardiaco irregolare [25]. Un buon prodotto lo puoi trovare qui: Clicca qui


Vitamina D


La vitamina D è importante per la salute del sistema immunitario e alcuni studi dimostrano che una carenza di vitamina D può esacerbare l'insorgenza e/o lo sviluppo del morbo di Basedow e la correzione di questa carenza può aiutare a invertire esso [26,27]


CoQ10

L'ipertiroidismo è associato a ridotti livelli circolanti di CoQ10 [28]. Inoltre, molte persone con ipertiroidismo e il morbo di Basedow assumono beta-bloccanti e questo può potenzialmente bloccare la produzione di CoQ10 [29,30].


Magnesio


Avere una carenza di magnesio è comune anche nell'ipertiroidismo e nel morbo di Basedow [31]. E poiché il magnesio svolge un ruolo in oltre 300 reazioni enzimatiche, assicurarsi di avere livelli sufficienti di magnesio è un'ottima idea. Inoltre, una carenza di magnesio può comunemente causare problemi con il sonno e spasmi muscolari. Le verdure a foglia verde, insieme a noci e semi, sono ottime fonti alimentari di magnesio. Ma coloro che hanno una carenza da moderata a grave potrebbero dover assumere un integratore di magnesio.


Glucomannano


Uno studio iniziale su 40 pazienti ipertiroidei (comprese 30 persone con il morbo di Basedow) ha rilevato che il glucomannano, se assunto con farmaci antitiroidei, riduce gli ormoni tiroidei più dei farmaci antitiroidei da soli. Tuttavia, l'effetto tendeva a scomparire dopo circa 6 settimane di terapia [32].


Oli di pesce


Sebbene ci siano altre fonti di acidi grassi omega-3 come semi di lino, semi di chia, olio di krill e olio di fegato di merluzzo, il motivo per cui raccomando comunemente gli integratori di olio di pesce è perché sono più alti in EPA e DHA, che possono aiutare molto ridurre l'infiammazione associata a condizioni autoimmuni come il morbo di Basedow (e anche quella di Hashimoto). Ovviamente la qualità fa la differenza con qualsiasi integratore, ma forse è ancora più importante con gli oli di pesce, poiché gli oli di pesce di scarsa qualità potrebbero essere rancidi e potrebbero essere ricchi di metalli pesanti e altre tossine ambientali. Un buon prodotto lo puoi trovare qui: Clicca qui


Cardo mariano (silimarina)


Per le persone con ipertiroidismo che assumono farmaci antitiroidei, il cardo mariano è qualcosa da considerare come integrazione. E la ragione di ciò è perché i farmaci antitiroidei possono potenzialmente causare danni al fegato, con PTU che è più duro sul fegato rispetto al [33,34]. Numerosi studi dimostrano che il cardo mariano può prevenire danni al fegato e in alcuni casi può anche rigenerare le cellule del fegato.


Pappa reale


La pappa reale è prodotta dalle api e ci sono prove che la pappa reale può avere un effetto positivo sulla componente autoimmune su quelli con il morbo di Basedow riducendo le citochine proinfiammatorie [35,36].


Alimentazione


Quindi che tipo di dieta dovresti seguire? Anche se di solito viene raccomandata una dieta Paleo autoimmune a quelli con Basedow, la verità è che non esiste una dieta unica che si adatti perfettamente a tutti. Prediligere una alimentazione antinfiammatoria. Ovviamente c'è qualche dibattito su quali alimenti siano antinfiammatori, e anche se qui non ne parlerò in dettaglio, non c'è dubbio che i seguenti alimenti dovrebbero essere evitati mentre cerchi di ripristinare la tua salute:

  • Alimenti raffinati e zuccheri

  • Fast food

  • Oli malsani (ad es. Olio di canola, olio di arachidi)

  • Ingredienti artificiali

Migliora lo stile di vita


La gestione dello stress e sufficiente sonno sono entrambi importanti per una salute ottimale. Per quanto riguarda la gestione dello stress, se non stai facendo qualcosa OGNI GIORNO per migliorare la gestione dello stress, ti consiglio di bloccare cinque minuti e di incorporare un qualche tipo di medicina mente-corpo (cioè yoga, meditazione). Ovviamente spendere più di cinque minuti al giorno sarebbe fantastico, ma è importante prima entrare nella routine per migliorare le tue capacità di gestione dello stress. Una volta che dedichi regolarmente cinque minuti al giorno alla gestione dello stress, puoi aumentare gradualmente la durata.


Migliorare il sistema immunitario


Ciò è particolarmente vero per le persone con morbo di Basedow, ma nel 2020 TUTTI si sono resi conto di quanto sia importante il loro sistema immunitario. Ovviamente sono sicura che molte persone che hanno letto questo articolo hanno capito l'importanza della salute immunitaria anche prima degli eventi che hanno avuto luogo nel 2020. In ogni caso, devi fare tutto il possibile per ottimizzare la salute del tuo sistema immunitario. Ho già menzionato alcune cose che possono avere un impatto drammatico sulla tua salute immunitaria (mangiare bene, gestire lo stress, dormire bene).


Avere un intestino sano è essenziale per un sistema immunitario sano, quindi devi fare tutto il possibile per ottimizzare la tua salute intestinale, evitando allo stesso tempo tutto ciò che può disturbare la tua salute intestinale. Ciò include allergeni alimentari come il glutine e, naturalmente, dovrai ridurre al minimo l'esposizione a farmaci che interferiscono con l'intestino come antibiotici e inibitori della pompa protonica.


Riduci il carico tossico


Lo scorso gennaio ho scritto un eBook dettagliato quindi darei sicuramente un'occhiata. Inoltre, potresti prendere in considerazione il mio Training Informativo RECODE 21. All'interno troverai anche l'eBook per ridurre il carico tossico.


Il morbo di Basedow e geni/SNP


Una combinazione di fattori ambientali e genetici influenza il rischio di una persona per il morbo di Basedow. Lo sappiamo perché le persone che hanno un parente stretto con Basedow hanno maggiori probabilità di contrarre la malattia [28]. La ricerca suggerisce che i geni HLA possono svolgere un ruolo particolarmente importante in Basedow. Sebbene i meccanismi esatti siano sconosciuti, ci sono alcune varianti che sono state associate a un rischio più elevato di contrarre Basedow, come DRB1 e DPB1 [28].


Seguiranno altri articoli sul Morbo di Basedow, quindi rimani aggiornata iscrivendoti alla mia Newsletter. Puoi farlo direttamente da qui: https://www.patriziacoffaro.it/newsletter





AUTOIMMUNITA' E RECODE 21: Vorrei invitarti a iscriverti al nuovo Training Informativo "Recode 21". Che tu soffra di più sensibilità alimentari, sensibilità chimiche o malattie autoimmuni, ti mostrerò esattamente come ripristinare la tolleranza al tuo sistema immunitario. Come saprai, io stessa ho sofferto di malattia autoimmune, di sensibilità alimentari e chimiche. Ero arrivata ad un punto che la mia vita era soggetta a molte restrizioni, oltre a sintomi debilitanti. Tutto ciò ne risentì sia il lavoro che la mia vita sociale.

Questo metodo del Training Informativo ha aiutato tantissime persone a calmare il loro sistema immunitario iperattivo e a migliorare notevolmente la loro qualità di vita complessiva. Il ripristino della tolleranza orale si ottiene affrontando gli squilibri del sistema immunitario attraverso la dieta, lo stile di vita e l'integrazione.

Per assicurarti che sia facile da seguire, ho fornito deliziose guide di ricette, cartelle di lavoro e una comunità online e il gruppo Facebook dedicato Recode 21 per supportarti durante il programma. Seguendo le raccomandazioni del Training Informativo, in breve tempo noterai che le tue reazioni alle proteine ​​alimentari e alle sostanze chimiche miglioreranno notevolmente.

Ho preso la letteratura scientifica più attuale sulla tolleranza immunitaria, ho fatto corsi sulla tolleranza orale e immunitaria e ho realizzato un Training Informativo che ho vagliato su me stessa e sulle persone a me care e molti professionisti sanitari si stanno avvicinando a questo programma.


Guarda l'anteprima del Training informativo RECODE 21: CLICCA QUI

Per informazioni scrivere a: info@patriziacoffaro.it


Rimani aggiornato, segui la mia pagina Facebook: Patrizia coffaro - Naturopata


191 visualizzazioni0 commenti

Comments


La tua donazione ci aiuta

Se ti è piaciuto questo articolo, saremmo molto felici di un piccolo contributo al nostro lavoro! Per poter continuare a dare una informazione libera. Dona ora con PayPal.

Iscriviti alla mia Newsletter
Ogni mese consigli sulla salute via e-mail, informazioni sulla naturopatia e tendenze nella medicina naturale
Il tuo modulo è stato inviato!
Competenza e fiducia:
I nostri testi sono preparati professionalmente, scientificamente e controllati legalmente da esperti interni: farmacisti, biologi e nutrizionisti. In caso di domande sul contenuto del testo, inviare una e-mail a:
info@patriziacoffaro.it
bottom of page