top of page
Cerca

Attenzione al dosaggio del farmaco della tiroide



Alcune persone sono sottoposte in modo inappropriato alla sostituzione dell'ormone tiroideo, come per affaticamento e depressione. E il paziente potrebbe sentirsi meglio per un po' grazie all'energia extra. Tuttavia, assumere inutilmente farmaci per la tiroide comporta dei rischi.


Può rimpicciolire la ghiandola tiroidea, peggiorare la qualità delle tue ossa (che è diversa dalla densità ossea), e avere un impatto sui neurotrasmettitori nel cervello, influenzando l'umore e la personalità.

Il modo per sapere se hai bisogno di una sostituzione dell'ormone tiroideo è testare i tuoi esami tiroidei.


Se il tuo TSH fosse normale, devi sapere che la tua autoimmunità lo fa oscillare frequentemente, potresti dover fare un test più di una volta. Le persone di solito assumono la stessa dose di farmaco su base giornaliera pensando che il loro corpo si trovi sempre nello stesso stato. Il più delle volte, non si modificano i farmaci appena ci sono dei cambiamenti come variazioni del nostro peso, alternanza delle stagioni o qualsiasi altro cambiamento che influisce sul nostro corpo.

Di conseguenza, potresti avere una mancata corrispondenza tra la dose di farmaco prescritta e ciò di cui il tuo corpo ha effettivamente bisogno. Essere cronicamente ipo o iper attivo, oppure oscillazioni rapide tra i due stati, può avere effetti a lunga durata sul tuo corpo.

Ecco alcuni modi in cui il tuo corpo sta dicendo che i tuoi farmaci devono essere aggiustati:

1. Ti senti accelerato

Il tuo battito cardiaco è più forte del solito e forse irregolare? Il tuo respiro è più superficiale e più veloce e la tua digestione è più veloce? Forse hai perso peso senza alcuno sforzo? Non riesci a dormire tutta la notte e sudi più del solito? Una quantità eccessiva di ormoni tiroidei scatena tutti questi effetti. Se succedesse, parla con il tuo medico.

2. La tua digestione è fuori controllo

Mentre la stitichezza potrebbe essere un segno di una mancanza di ormoni, la diarrea potrebbe essere causata da una quantità eccessiva di ormoni tiroidei. Tuttavia, la digestione è strettamente collegata al sistema immunitario e potrebbero non essere i livelli ormonali inadeguati la ragione dei tuoi attuali problemi digestivi. La causa potrebbe essere dovuta al sistema immunitario che reagisce ai cibi che hai mangiato, allo stress a cui sei esposto o alla mancanza di vitamina D. Qualunque cosa sia, se il tuo intestino è turbato, il farmaco che prendi non verrà assorbito correttamente. Ciò significa che meno quantità di farmaco andrà nel flusso sanguigno e quindi meno farmaco sarà disponibile per i diversi organi, causando più sintomi di una tiroide ipoattiva.

3. Ti senti come se stessi per prendere un raffreddore

Un calo degli ormoni tiroidei potrebbe innescare sintomi simili al raffreddore: brividi improvvisi, mani e piedi freddi o gola gonfia. Gli ormoni tiroidei aiutano a mantenere la temperatura corporea e potrebbero essere necessari durante la transizione tra le zone calde e fredde. Il gonfiore alla gola si verifica perché la tiroide potrebbe cercare di compensare la mancanza di ormoni.

4. Provi annebbiamento mentale

Sebbene il cervello abbia bisogno solo di una bassa quantità di ormoni tiroidei, T3 e T4 sono effettivamente necessari per il suo corretto funzionamento: in particolare, per la memoria e la concentrazione. Il cervello è il primo a risentire anche del minimo cambiamento degli ormoni tiroidei.

5. I tuoi muscoli hanno una vita propria

Spasmi muscolari, crampi e dolore possono essere un segno di un eccesso o una mancanza di ormoni tiroidei. Può essere un segno che i tuoi elettroliti, principalmente calcio e sodio, siano sbilanciati. Se avverti un dolore muscolare improvviso e intenso quando non hai svolto un'attività fisica faticosa, potrebbe essere dovuto al cambiamento dell'attività tiroidea e, con essa, non solo la produzione di T4, ma anche l'ormone del calcio, la calcitonina.

6. Stai ingrassando

L'aumento di peso è uno dei segnali che indicano un cambiamento nel metabolismo e che esso potrebbe non funzionare correttamente. Gli ormoni tiroidei sono regolatori chiave del metabolismo e del modo in cui il corpo utilizza il cibo che assumiamo, motivo per cui l'aumento di peso è uno dei primi segni di sofferenza della tiroide. L'aumento di peso potrebbe verificarsi a causa di stress eccessivo, diete estreme, mancanza di attività fisica nei mesi invernali o aumento dell'apporto calorico. Se segui una dieta regolare, fai esercizio fisico regolarmente e stai ancora ingrassando, la tiroide potrebbe effettivamente essere il colpevole.

L'argomento sostituzione ormonale tiroideo viene spiegato benissimo nel mio Training Informativo HASHIMOTO RE-START. Definito la Bibbia di Hashimoto. Chiunque abbia Hashimoto dovrebbe informarsi tramite HASHIMOTO RE-START. verranno trattati argomenti che difficilmente il tuo endocrinologo ne sarà a conoscenza. Il Training Informativo HASHIMOTO RE-START ti aiuterà quando parlerai con il tuo medico, perché un paziente informato è un paziente che tiene alla sua salute.






Referenze:

  1. Klein I. et al. Thyroid hormone and the cardiovascular system. 2001

  2. Kahaly G.J. et al. Thyroid hormone action in the heart. 2005

  3. Liu D. et al. A cross-sectional survey of relationship between serum TSH level and blood pressure. 2010

  4. Monzani F. et al. Effect of levothyroxine on cardiac function and structure in subclinical hypothyroidism. 2001

  5. Lerner A. et al. Changes in intestinal tight junction permeability associated with industrial food additives explain the rising incidence of autoimmune disease. 2015

  6. Zhang Y.J. et al. Impacts of gut bacteria on human health and diseases. 2015

  7. Bengmark S. Advanced glycation and lipoxidation end products — amplifiers of inflammation: the role of food. 2007

  8. Webster J. et al. Maillard reaction products in food as pro-inflammatory and pro-arteriosclerotic factors of degenerative diseases. 2005

  9. Davies T.F. Infection and autoimmune thyroid disease. 2008

  10. Fasano A. Leaky gut and autoimmune diseases. 2012

  11. Kostoglou-Athanassiou I. et al. Hypothyroidism — new aspects of an old disease. 2010

  12. Jonklaas J. et al. American Thyroid Association Task Force on Thyroid Hormone Replacement. Guidelines for the treatment of hypothyroidism: prepared by the American Thyroid Association Task Force on Thyroid Hormone Replacement. 2014

  13. Wiersinga W.M. et al. 2012 ETA guidelines: the use of L-T4 + L-T3 in the treatment of hypothyroidism. 2012

  14. Bazzichi L. et al. Association between thyroid autoimmunity and fibromyalgia disease severity. 2007

  15. Bazzichi L. et al. Thyroid autoimmunity may represent a predisposition for the development of fibromyalgia? 2012

  16. Stathatos N. et al. Autoimmune thyroid disease. 2012

  17. Ahmad J. et al. Fibromyalgia and chronic widespread pain in autoimmune thyroid disease. 2014





198 visualizzazioni0 commenti

La tua donazione ci aiuta

Se ti è piaciuto questo articolo, saremmo molto felici di un piccolo contributo al nostro lavoro! Per poter continuare a dare una informazione libera. Dona ora con PayPal.

Iscriviti alla mia Newsletter
Ogni mese consigli sulla salute via e-mail, informazioni sulla naturopatia e tendenze nella medicina naturale
Il tuo modulo è stato inviato!
Competenza e fiducia:
I nostri testi sono preparati professionalmente, scientificamente e controllati legalmente da esperti interni: farmacisti, biologi e nutrizionisti. In caso di domande sul contenuto del testo, inviare una e-mail a:
info@patriziacoffaro.it
bottom of page