top of page
Cerca

Paradontite, obesità e patologie croniche


"La salute inizia in bocca". Queste semplici parole dovrebbero motivare le persone, in particolare i giovani a praticare una maggiore igiene orale per prevenire la carie. Una buona cura dentale, visite regolari dal dentista e una dieta sana sono i migliori prerequisiti per avere denti belli e per contrastare la perdita dei denti dovuta a un letto dentale infiammato.


Nella nostra cavità orale vivono fino a 700 tipi diversi di batteri, la maggior parte dei quali innocui. Se i depositi - le placche - si formano sui nostri denti, dipende dalla composizione della comunità batterica se favoriscono la salute dentale o un'infiammazione delle gengive (la parodontite).


Gli agenti patogeni della parodontite mettono in pericolo i denti


Quando i cosiddetti germi ponte hanno creato buone condizioni di vita per i patogeni parodontali aggressivi, i patogeni si moltiplicano e innescano l'infiammazione. Di solito inizia in modo innocuo con gengive sanguinanti. Se non trattata, la parodontite si sviluppa da questa - malattia parodontale (conosciuta con il termine colloquiale “piorrea”) consiste nella sofferenza del tessuto che sostiene il dente, portando fino alla perdita dello stesso che in sé risulta sano. Nel tempo, le gengive attorno al dente - o all'impianto - si ritirano e si crea una tasca gengivale. I germi parodontali si moltiplicano particolarmente bene in questo e l'infiammazione progredisce. Può anche diffondersi alla mascella. Se le gengive e le mascelle si ritirano, i denti si allentano e possono cadere. Anche gli impianti sono a rischio.


Se alcuni tipi di batteri scompongono le proteine ​​nella bocca, producono sostanze maleodoranti. Sono responsabili dell'alitosi.

La parodontite favorisce l'obesità?

"Se non puoi perdere peso: controlla il tuo stato dentale!" È così che la quintessenza di uno studio statunitense pubblicato di recente potrebbe essere esagerata. È ancora prematuro parlare di nuova speranza per milioni di persone in sovrappeso e obese che, nonostante tutti gli sforzi, non riescono a perdere peso. Ma almeno qui sta emergendo un possibile nuovo punto di partenza.

Come riportano i ricercatori americani sul "Journal of Immunology", hanno infettato i topi con il batterio della parodontite Porphyromonas gingivalis. Quindi hanno osservato da vicino il tessuto adiposo degli animali. Si è riscontrato che questo è degenerato in un modo che favorisce l'obesità (adiposità).


La malattia parodontale è dannosa in molti modi


Indipendentemente dalla possibile influenza della parodontite sul peso corporeo: il trattamento di questa infiammazione è sempre urgente, se non altro a causa del potenziale danno consequenziale in bocca, che può portare alla perdita dei denti. Come hanno dimostrato un gran numero di studi, l'infiammazione di solito non rimane nella cavità orale, ma si diffonde nell'organismo e questo alla fine può persino minacciare la vita del paziente.


Ad esempio, un lavoro di ricerca in relazione alla parodontite, mostra un aumento del rischio di Malattie del cancro, Alzheimer o nascite premature. Anche il sistema cardiovascolare può essere influenzato, con un conseguente maggior rischio di infarto e ictus.


Quando compaiono i primi sintomi di parodontite come gengive sanguinanti, arrossamento o gonfiore, è necessario agire rapidamente. Inoltre, nessun sintomo può comparire per molto tempo, anche se la parodontite sta progredendo continuamente, uno dei motivi per i controlli regolari.



Tratta in modo mirato e naturale

Per prevenire la parodontite, è necessaria una cura dentale costante. Chi mangia e beve cose meno dolci non solo riduce il rischio di carie, ma anche la formazione della placca. A controlli regolari, il dentista può rimuovere placche e tartaro - placca mineralizzata - anche nelle sacche gengivali che si sono formate.


Se è già presente una parodontite pronunciata, deve essere somministrato un trattamento antibatterico. Poiché gli antibiotici - a causa della crescente resistenza e degli effetti negativi sui nostri batteri benefici nella bocca e nell'intestino - sono consigliati solo in misura limitata, i collutori con oli essenziali sono l'ideale. Perché gli oli essenziali agiscono anche contro i batteri, in modo del tutto naturale.

Chiunque abbia i germi del ponte e della parodontite determinati dal proprio dentista, può combattere i patogeni in modo mirato. Perché a seconda dei tipi di batteri presenti, è possibile selezionare una soluzione per collutorio con una miscela adeguata di oli essenziali. Non solo hanno un effetto antibatterico, ma danno anche una fresca sensazione in bocca. Oppure, acquistare l'argento colloidale spray che aiuta nella rimozione dei batteri del cavo orali


Personalmente, uso questo prodotto, dell'Institut Katharos. Perché? Ha solo due ingredienti. E' un argento colloidale di alta qualià, acqua purissima e argento 40 ppm. Nessun riempitivo, nessuna impurità, solo puro argento colloidale di derivazione naturale. Usano solo le particelle d'argento più piccole perché più piccole sono le particelle, migliori sono i risultati. Inoltre, con il suo acquisto avrai l'e-book gratuito incluso che ti permetterà di approfondire l'incredibile mondo dell'argento colloidale e di scoprire come può migliorare la tua vita.


Per acquisti. cliccare qui o sull'immagine del prodotto





























89 visualizzazioni0 commenti

La tua donazione ci aiuta

Se ti è piaciuto questo articolo, saremmo molto felici di un piccolo contributo al nostro lavoro! Per poter continuare a dare una informazione libera. Dona ora con PayPal.

Iscriviti alla mia Newsletter
Ogni mese consigli sulla salute via e-mail, informazioni sulla naturopatia e tendenze nella medicina naturale
Il tuo modulo è stato inviato!
Competenza e fiducia:
I nostri testi sono preparati professionalmente, scientificamente e controllati legalmente da esperti interni: farmacisti, biologi e nutrizionisti. In caso di domande sul contenuto del testo, inviare una e-mail a:
info@patriziacoffaro.it
bottom of page