top of page
Cerca

Cosa fare prima di utilizzare gli ormoni bioidentici



Molte donne si chiedono se utilizzare gli ormoni bioidentici o meno. Vengono promossi per alleviare sintomi come vampate di calore, insonnia e sbalzi d'umore. Molte donne scelgono anche di utilizzare i bioidentici per i benefici antinfiammatori, protettivi e di longevità. Il mantenimento dei livelli fisiologici di estrogeni e progesterone può proteggere il cervello, le ossa e il cuore e prevenire la secchezza e l'atrofia della pelle e dei tessuti vaginali.


Tuttavia, le donne spesso si sottopongono a BHRT (terapia ormonale sostitutiva con ormoni bioidentici) senza affrontare problemi di fondo cruciali che le renderanno più sicure ed efficaci. A proposito, gli ormoni bioidentici hanno un profilo sicuro se prescritti correttamente da un medico che comprende la tua storia e come monitorarti. Tuttavia, anche se sono a basso rischio, non sono privi di rischio al 100%. Quindi, se usi ormoni, consulta un medico esperto che esegue esami fisici di persona, usa solo bioidentici e segui questi passaggi di seguito.


Supporta la tua produzione di ormoni


Migliora la tua produzione di ormoni in modo da aver bisogno di meno dalla tua prescrizione medica. Produci ancora ormoni dopo la menopausa! Ne fai solo meno. I tuoi ormoni sessuali (estrogeni, progesterone, testosterone) sono prodotti dal colesterolo nei mitocondri delle tue cellule. Ciò significa che hai bisogno di un colesterolo adeguato (sì, il colesterolo basso, inferiore a 150, può essere un problema) e hai bisogno di una sana funzione mitocondriale. Puoi valutare il tuo colesterolo con un test dei lipidi a digiuno e i tuoi mitocondri con un test delle urine funzionale i Test sugli Acidi Organici, comunemente chiamato test OAT. Se le funzioni mitocondriali non sono all'altezza, ciò potrebbe essere dovuto a un basso stato di nutrienti, stress ossidativo o danni da tossine.


Migliora la tua segnalazione ormonale


La produzione di ormoni è segnalata da sostanze chimiche messaggere dal cervello, in particolare dall'ipotalamo e dalle ghiandole pituitarie. Questo sistema di comunicazione può andare offline quando il sonno, l'esercizio fisico o lo stress sono disregolati e provocare cortisolo e/o melatonina sbilanciati. Per le donne che assumono ormoni, il punto debole dell'esercizio è di almeno due ore di esercizio cardiovascolare a settimana insieme all'allenamento della forza. Ma il sovrallenamento può far deragliare il tuo cortisolo, quindi fai attenzione. Il punto ideale per dormire è di 7-9 ore. Il punto debole per lo stress è quando è gestito. Le donne di oggi corrono, corrono, corrono, anche quando hanno tempo libero. Incorpora più tempo non strutturato e non programmato nella tua vita per rilassarti e giocare. Si giocare...La verità è che non esiste nessuna regola che impone il divieto di giocare al raggiungimento della maggiore età. Giocare da adulti, al contrario di quanto si crede, fa bene alla salute del corpo e della mente, permette di sentirsi liberi e di smuovere energie che si erano ormai dimenticate.



Fai funzionare i tuoi recettori ormonali


Spesso il problema con i sintomi ormonali bassi non è che la produzione è troppo bassa o che l'assunzione di ormoni sostitutivi è troppo bassa, è che i recettori non funzionano bene. Cosa impedisce ai recettori ormonali di funzionare bene? Infiammazione! Le citochine infiammatorie bloccano i recettori ormonali e impediscono ai tuoi preziosi ormoni di attaccarsi. Questo è ciò che accade con l'insulino-resistenza. Con l'infiammazione, ci sono due progetti:

  1. Cerca fonti di infiammazione, come glicemia disregolata (bassa o alta), obesità, stress elevato, apnea notturna, anemia, allergie, cibo infiammatorio, disbiosi intestinale e infezioni croniche.

  2. Assicurati che l'assunzione di grassi omega-3 EPA e DHA sia sufficiente. EPA e DHA agiscono come ormoni nel tuo corpo, sono il tuo ibuprofene naturale. Puoi fare un analisi per scoprire il tuo livello di omega 3 e integrare la correzione. La dose su una bottiglia di olio di pesce potrebbe non essere la dose giusta per te come individuo! Un ottimo prodotto di omega 3 in capsule lo puoi trovare cliccando qui e in forma liquida lo puoi trovare cliccando qui Sono privi di sostanze nocive, metalli pesanti e PCB.

Abbatti e sbarazzati dei tuoi ormoni


Distruggi gli ormoni nel tuo fegato attraverso la disintossicazione epatica di fase 1 e fase 2 ne parlo in CLEAN UP per saperne di più clicca qui. Quindi, nella fase 3, il tuo fegato espelle i metaboliti ormonali attraverso la tua bile nel tratto gastrointestinale, dove i tuoi batteri intestinali benefici li scompongono maggiormente e li espellono. È fondamentale abbattere gli ormoni in modo efficiente attraverso i percorsi fegato-bile-intestino-feci! In caso contrario, i metaboliti tossici degli estrogeni possono eseguire il backup o essere riassorbiti.


Alcune donne non metabolizzano gli ormoni attraverso il fegato in modo efficiente, a causa della genetica, del fegato grasso o dell'uso di alcol (infatti l'alcol aumenta significativamente i rischi di cancro al seno). È qui che entrano in gioco i test ormonali. La parte migliore di questi test è vedere come metabolizzi gli estrogeni. È importante favorire la via sicura del 2OH (fase 1) e avere una buona metilazione (fase 2). Che tu possa fare o meno gli esami ormonali, consiglio a tutte le donne che assumono ormoni di assumere un supporto epatico. Esistono molti buoni prodotti per il supporto del fegato e puoi sceglierne uno valido senza eccipienti dannosi. Un ottimo integratore è questo: Clicca qui


Per i batteri intestinali, consiglio a tutte le donne che assumono ormoni di eseguire un test funzionale delle feci, per valutare e ottimizzare il proprio microbioma. Cerca un marcatore chiamato "beta-glucuronidasi" che non dovrebbe essere alto. Questo marcatore significa che potresti riassorbire gli estrogeni, il che non è una buona cosa. Infine, è necessario avere feci sane di tipo 4 bristol ogni singolo giorno prima di assumere ormoni, anche ormoni topici o capsule o ovuli.


Scopri e elimina gli interferenti endocrini


Se sei arrivato così lontano, probabilmente hai familiarità con il concetto di sostanze chimiche che alterano il sistema endocrino in cui siamo tutti bagnati dal nostro ambiente. L'essenza di questo è che queste sostanze chimiche agiscono come xenoestrogeni (estrogeni estranei). Atterrano sui siti dei recettori degli estrogeni e provocano il caos mentre bloccano gli estrogeni buoni. Prenditi cura di ciò che è sotto il tuo controllo mangiando cibi biologici, usando prodotti di bellezza e per la casa puliti senza sostanze chimiche, evitando tinture per capelli e smalto per unghie e MAI mangiare o bere da QUALSIASI plastica. La plastica riscaldata è la peggiore: pensa alle bottiglie d'acqua lasciate in macchina.

641 visualizzazioni0 commenti

Comentários


La tua donazione ci aiuta

Se ti è piaciuto questo articolo, saremmo molto felici di un piccolo contributo al nostro lavoro! Per poter continuare a dare una informazione libera. Dona ora con PayPal.

Iscriviti alla mia Newsletter
Ogni mese consigli sulla salute via e-mail, informazioni sulla naturopatia e tendenze nella medicina naturale
Il tuo modulo è stato inviato!
Competenza e fiducia:
I nostri testi sono preparati professionalmente, scientificamente e controllati legalmente da esperti interni: farmacisti, biologi e nutrizionisti. In caso di domande sul contenuto del testo, inviare una e-mail a:
info@patriziacoffaro.it
bottom of page