top of page
Cerca

Ipocloridria: che fare?


Potrebbe essere una sorpresa per te che il reflusso acido sia il risultato di un acido dello stomaco troppo basso. Gli anziani tendono a soffrire maggiormente di reflusso acido. Tendono inoltre a sottoprodurre l'acido gastrico e hanno maggiori probabilità di soffrire di reflusso acido rispetto ai giovani adulti, ma questi ultimi non ne sono esclusi, anzi. Avere sufficiente acido nello stomaco fa parte di un sistema digestivo sano che ora sappiamo è vitale per tenere sotto controllo i tuoi ormoni. Ruolo dell' acido nello stomaco L'acido dello stomaco, o acido cloridrico (HCl), viene secreto dallo stomaco per aiutare a digerire e assorbire le proteine ​​e altri nutrienti che consumiamo nella nostra dieta. L'HCl serve a proteggerci uccidendo vari microrganismi patogeni (parassiti, lieviti, batteri) che potrebbero altrimenti causare infezioni all'apparato digerente. Il cibo sufficientemente digerito è la chiave per dare al corpo i nutrienti di cui ha bisogno per funzionare bene, compresa la produzione degli ormoni. Sintomi da basso acido cloridrico (acido dello stomaco) Le persone con HCl basso (ipocloridria) o HCl assente (acloridria) possono non avere alcun sintomo o possono avere sintomi di cattiva digestione come gas e gonfiore (soprattutto nei pasti ricchi di carne e proteine). Ecco l'elenco dei potenziali sintomi:

  • Gonfiore o eruttazione immediatamente dopo un pasto

  • Un eccessivo senso di pienezza dopo aver mangiato

  • Sensazione di cibo che rimane nello stomaco per sempre

  • Gas dopo aver ingerito il cibo

  • Carenza di ferro e B12, anemia cronica

  • Costipazione cronica

  • Cibo non digerito nelle feci

  • Unghie deboli, scrostate o screpolate

  • Parassiti (in particolare i parassiti che ritornano anche dopo i trattamenti)

  • Infezioni intestinali croniche

  • Storia di allergie e intolleranze alimentari multiple


Benefici dell'acido cloridrico nello stomaco

Aumentando l'acidità nello stomaco, è possibile mitigare, ridurre o eliminare completamente i sintomi di cui sopra. Potrebbe essere una sorpresa sapere quanti altri miglioramenti della salute potrebbero derivarne. Problemi con antiacidi e PPI Gli antiacidi sono farmaci che neutralizzano l'acidità di stomaco. Allo stesso modo, gli IPP (inibitori della pompa protonica) in realtà bloccano l'enzima che produce acido gastrico. Se il medico ti ha prescritto antiacidi e/o PPI, guarda indietro nei tuoi sintomi (diversi dal reflusso acido) e rifletti su come la tua salute è cambiata da allora. Potresti notare che sono comparsi molti nuovi sintomi (come stanchezza, perdita di capelli, sviluppo di allergie, ecc.). Questo è molto comune e questo è ciò che devi sapere sugli antiacidi e sugli IPP. Rallentano la digestione, in particolare delle proteine. Come spiegato sopra, l'acido dello stomaco è la chiave per abbattere il cibo ed estrarre sostanze nutritive da esso. Nessun acido è uguale a nessuna lavorazione e estrazione. Le proteine ​​non digerite possono portare a sviluppare intolleranze alimentari e non avere abbastanza elementi costitutivi per i tuoi ormoni (che sono fatti di proteine). roblemi con antiacidi e PPI


Le proteine ​​non digerite possono portare all'infiammazione intestinale che può quindi provocare "intestino permeabile" o IBS. Esaurimento di B12, zinco, folati, calcio e magnesio È necessario un sufficiente acido gastrico per assorbire questi minerali e vitamine da alimenti e integratori. Le persone che assumano IPP sono cronicamente bassi su queste vitamine e minerali e possono portare a una serie di sintomi da affaticamento, autoimmunità, problemi di fertilità, osteoporosi, perdita di capelli, alla dominanza estrogenica. Costipazione, gas, dolori di stomaco Quando l'acido dello stomaco è basso, non è possibile digerire correttamente il cibo. Questo può manifestarsi sotto forma di gas, indigestione, dolori di pancia e sensazione di sazietà per lungo tempo. Vulnerabilità a patogeni come SIBO e parassiti Avere sufficiente acido gastrico è la prima linea di difesa da batteri, virus e parassiti. Il pH 2.0 (quanto acido dovrebbe essere lo stomaco) è lì per un motivo: uccidere i patogeni prima che viaggino più in basso nel tratto gastrointestinale. Condizioni autoimmuni Avere l'acido dello stomaco basso può contribuire notevolmente all'autoimmunità attraverso l'infiammazione gastrointestinale e la carenza di zinco che è spesso causata da acido basso nello stomaco. Quindi, come mantenere buoni livelli di acido dello stomaco per vivere bene e prosperare? Come testare i livelli di acido dello stomaco Metodo 1: test del bicarbonato di sodio Puoi facilmente eseguire questo test a casa. Per prima cosa al mattino prima di mangiare o bere, mescola 1/4 di cucchiaino di bicarbonato di sodio in 150/200 ml di acqua fredda o a temperatura ambiente. Bevi la soluzione di bicarbonato di sodio. e prendi il tempo con il cronometro. Se non si erutta entro 3 minuti, interrompere il cronometraggio. Se non erutti, hai poco acido nello stomaco. Se erutti, stai bene. Questo non è il test più efficace e spesso produce falsi negativi (ti fa pensare di avere abbastanza acido nello stomaco). Pertanto, raccomando di seguito il metodo 2. Metodo 2: test della pillola di betaina HCl L'idea qui è quella di dosare le pillole di HCl fino a quando non avverti un leggero disagio (calore) nello stomaco . Quando ero a corto di acido gastrico, ho dovuto prendere fino a sette pillole per sentire il calore, vuol dire che ero scarsa di acido cloridrico.


- Passaggio 1

Il giorno 1, inizia con una capsula (di solito da 500 a 750 mg) di Betaina HCl, all'inizio di ogni pasto. Nota: questo significa un pasto completo, non uno spuntino.

- Passaggio 2

Fai attenzione a qualsiasi sensazione di calore, disagio, dolore o bruciore alla gola o allo stomaco. Se si verifica uno di questi sintomi dopo una sola capsula, non assumere più pillole. Se questi sintomi NON sono presenti, andare al passaggio 3.

- Passaggio 3 Il giorno 2, aumentare la dose di una capsula (sarebbero due capsule per un totale di 1.000 a 1.500 mg per il secondo giorno) di Betaina HCl all'inizio di ogni pasto completo. Se avverti uno dei sintomi sopra menzionati (calore, disagio, dolore o bruciore alla gola o allo stomaco) riduci la dose al livello in cui non hai avuto sintomi e mantieni questa dose. Se non avverti questi sintomi, vai al passaggio 4.

- Passaggio 4 Al terzo giorno, aumentare la dose come descritto al passaggio 3. Ogni giorno aumentare la dose fino a quando non si avverte una sensazione di riscaldamento o fino a raggiungere una dose di sette capsule per pasto. Non assumere più di otto (8) capsule con un pasto. Come aumentare l'acido di stomaco basso Per molte persone, prendendo HCl Betaina e/o iniziando la giornata con 2 cucchiai di aceto di mele o succo di limone per 2-4 settimane, il corpo tornerà in marcia e potresti essere in grado di produrre il tuo acido gastrico da quel momento in poi. Se ciò non accadesse, raccomando di lavorare con un professionista per testare H.pylori, un'infezione batterica che inibisce la produzione di acido gastrico. Dalla mia esperienza, H.pylori è difficile da diagnosticare e gli esami del sangue mostrano spesso falsi negativi. Il tuo medico dovrebbe farti fare l'esame delle feci per confermare l'infezione da H.Pylori. Utile fare il Breath Test.


Un'altra condizione da escludere è l'anemia perniciosa, una condizione autoimmune quando il sistema immunitario attacca le cellule del rivestimento dello stomaco che producono l'acido dello stomaco, e si evidenzia testando gli anticorpi. Attenzione: NON prendere HCI Betaina se hai un'ulcera peptica. Non rompere la capsula prima di deglutirla poiché il contenuto danneggerà lo smalto dei denti. Informare sempre il medico per l'assunzione di qualsiasi integratore.






Naturopata-Kinesiologa Le informazioni contenute nei nostri articoli NON intendono sostituire una relazione con un operatore sanitario qualificato e non sono intese come consigli medici.

3.520 visualizzazioni1 commento

1 Comment


Guest
Mar 25

Ho fatto mille tentativi e nulla purtroppo .prima il test del bicarbonato poi quello della betaina (fino a 8 capsule ma nulla), ho anche provato col prendere aceto di mele , poi acqua calda e limone , poi acqua e peperoncino prima dei pasti ma nulla la sensazione di pienezza di stomaco rimane ,mi sento che non digerisco e pienezza ancora nonostante tutto... Ho anche fatto più gastroscopia con la ricerca di Helicobacter pilori..che e stata negativa...non so più che fare....grazie se mi può aiutare!

Like

La tua donazione ci aiuta

Se ti è piaciuto questo articolo, saremmo molto felici di un piccolo contributo al nostro lavoro! Per poter continuare a dare una informazione libera. Dona ora con PayPal.

Iscriviti alla mia Newsletter
Ogni mese consigli sulla salute via e-mail, informazioni sulla naturopatia e tendenze nella medicina naturale
Il tuo modulo è stato inviato!
Competenza e fiducia:
I nostri testi sono preparati professionalmente, scientificamente e controllati legalmente da esperti interni: farmacisti, biologi e nutrizionisti. In caso di domande sul contenuto del testo, inviare una e-mail a:
info@patriziacoffaro.it
bottom of page