top of page
Cerca

Tiroide e salute dei piedi




Quante di voi hanno problemi ai piedi? Pelle spessa, indurita con crepe? Nella riflessologia plantare si vedono molte persone con queste problematiche ed è un chiaro segnale che qualcosa nel corpo non sta andando alla perfezione. Chi ha un attitudine sviluppata alla riflessologia plantare si possono vedere chiaramente i segni di una condizione di salute toccando i piedi e spesso, avere piedi con pelle secca, indurita, screpolata è sinonimo di ipotiroidismo.


Ti seguito ti elenco tutti gli effetti dell'ipotiroidismo sui piedi:


Piedi secchi, screpolati con tagli e calli


Nel 2012 è stato progettato uno studio per identificare le manifestazioni cutanee dell'ipotiroidismo, una tiroide poco attiva. Dei quattrocentosessanta casi diagnosticati di ipotiroidismo, 300 pazienti (65,22%) presentavano pelle secca e ruvida.[1] In un altro studio dello stesso anno, il 100% dei soggetti con ipotiroidismo aveva la pelle ruvida, screpolata e secca. Il cheratoderma palmoplantare, riscontrato nel 33%, è un termine che si riferisce a un gruppo di condizioni della pelle con marcato ispessimento della pelle nella pianta dei piedi e nei palmi delle mani.[2] L'ipertiroidismo, tiroide iperattiva, a causa della condizione autoimmune La malattia di Basedow può presentarsi anche con derma ispessito.[3] Sebbene possa sembrare contraddittorio, è spesso il caso che alcuni sintomi di ipotiroidismo e ipertiroidismo presentino le stesse caratteristiche.


Prurito ai piedi


Il prurito è il termine medico per la pelle pruriginosa. Il prurito cronico può presentarsi sia nell'ipertiroidismo che nell'ipotiroidismo. Il prurito può verificarsi su tutto il corpo, non solo sui piedi, comprese le gambe, il cuoio capelluto e persino i genitali. Nel caso dell'ipotiroidismo, può essere che la pelle molto secca sia la causa del prurito. I ricercatori suggeriscono che il prurito e persino l'orticaria cronica possono essere associati all'autoimmunità tiroidea, compresa la tiroidite di Hashimoto e il morbo di Basedow [4] Quando sviluppi una condizione autoimmune, sei più vulnerabile a sviluppare più condizioni autoimmuni.


Piedi freddi


Il pioniere della tiroide Dr. Broda Barnes (1906-1988) scrisse: “Quando la funzione tiroidea è bassa, la circolazione è ridotta. Nei casi avanzati di ipotiroidismo, la pelle, infatti, può ricevere da un quarto a un quinto della normale irrorazione sanguigna». [6] Le nostre estremità, compresi i piedi, sono particolarmente vulnerabili alla cattiva circolazione, soprattutto nelle stagioni fredde. . “Le esigenze metaboliche della pelle possono essere sacrificate per periodi prolungati affinché la temperatura corporea possa essere mantenuta costante. In un ambiente freddo, quando è necessario conservare il calore corporeo, gli impulsi simpatici costringono i vasi cutanei e il flusso sanguigno attraverso la pelle viene notevolmente ridotto per evitare che la temperatura corporea cali». Il dottor Barnes ha analizzato la temperatura corporea basale (BBT). Prima di alzarsi al mattino, è stata misurata la temperatura ascellare del paziente. La temperatura normale delle ascelle è compresa tra 36,6 ° C e 36,8 ° C. Temperature inferiori alla norma indicano ipotiroidismo e temperature superiori alla norma indicano ipertiroidismo.




Piedi gonfi


Malattie cardiache, disfunzioni renali, diabete e infezioni della pelle sono considerati comuni colpevoli quando un paziente si presenta con gonfiore delle gambe e dei piedi, ma la possibilità di ipotiroidismo dovrebbe sempre essere considerata. Il gonfiore (edema) è un classico sintomo di ipotiroidismo e questo include gonfiore su tutto il corpo. [8]


Dolore al piede e crampi


I dolori muscolari, articolari e nervosi di solito non sono considerati come sintomi primari dell'ipotiroidismo, ma dopo anni di ascolto di persone ipotiroidee, c'è una cosa di cui sono certa. Il test completo della tiroide dovrebbe essere condotto su ogni singola persona che presenta dolore cronico o fibromialgia. Il numero di persone che scrivono con problemi di fascite plantare, il dolore lungo la pianta del piede, in particolare il dolore al tallone che si fa sentire soprattutto quando escono dal letto la mattina, non può essere una semplice coincidenza. Nel caso della tiroidite di Hashimoto e del morbo di Basedow, il sistema immunitario può attaccare frequentemente le articolazioni, i muscoli dei piedi e delle caviglie. Come la sindrome del tunnel carpale, anche i pazienti tiroidei sono più vulnerabili a sviluppare la sindrome del tunnel tarsale. [9] Se a questo si aggiunge l'aumento del rischio di sviluppare gotta [10], bruciore ai piedi per neuropatia dolorosa [11] e fascite plantare [12], l'incidenza del dolore ai piedi nelle malattie della tiroide diventa molto chiara.


Sensazione di formicolio, intorpidimento, formicolio ai piedi


La parestesia può presentarsi nell'ipotiroidismo. I ricercatori spiegano che la guaina mielinica assonale, lo strato isolante attorno ai nervi, inizia a degenerare senza una quantità sufficiente di ormone tiroideo e rallenta anche la rigenerazione dei nervi danneggiati. Malattie autoimmuni come l'artrite reumatoide, il lupus, la sindrome di Sjögren, l'anemia perniciosa, l'artrite e il diabete di tipo 1 possono tutte presentarsi con parestesia. Immagino che la maggior parte dei pazienti con tiroidite di Hashimoto e morbo di Basedow che seguono la mia pagina abbia più malattie autoimmuni. [13]


Infezioni del piede


La suscettibilità alle infezioni dei piedi, delle mani, delle unghie e dei piedi si verifica sia nell'ipotiroidismo che nell'ipertiroidismo, inclusa la tiroidite di Hashimoto e il morbo di Graves e questo include l'onicomicosi e il piede d'atleta.[14]


Piedi maleodoranti


Uno dei classici sintomi dell'ipertiroidismo è l'eccessiva sudorazione, compresi i piedi. Il sudore sulla pelle è un terreno fertile per i batteri e può rendere le cose maleodoranti. Mentre l'ipotiroidismo tende a provocare una sudorazione marcatamente ridotta, è vero anche il contrario, in particolare nel caso della tiroidite di Hashimoto. I sintomi dell'ipertiroidismo, inclusa l'aumento della sudorazione, possono verificarsi contemporaneamente ai sintomi dell'ipotiroidismo nel caso di Hashimoto. Quando gli anticorpi attaccano e distruggono le cellule tiroidee, le scorte di ormone tiroideo immagazzinate vengono rilasciate nel flusso sanguigno. Queste esplosioni o "fughe" di ormoni tiroidei in Hashimoto sono responsabili dei sintomi dell'ipertiroidismo. [15]


Pianta gialla dei piedi


L'ormone tiroideo è necessario per la conversione del beta-carotene (che è ciò che conferisce alle carote il loro colore arancione) in vitamina A. L'accumulo di beta-carotene in caso di ipotiroidismo sarà immagazzinato nello strato esterno della pelle compresi i palmi delle mani e le piante dei piedi. [16]


Alterazioni dell'unghia del piede


Troppo ormone tiroideo e troppo poco possono causare anomalie delle unghie, sia delle unghie delle mani che dei piedi. [17-19]


Cambiamenti delle unghie nell'ipotiroidismo:

  • Crescita lenta delle unghie

  • Unghie spesse, secche, screpolate e fragili

  • Unghie gialle

  • Cuticole secche

  • Creste longitudinali

  • Onicolisi (separazione dell'unghia dal letto ungueale)

  • Unghie a cucchiaio (koilonychia)

Cambiamenti delle unghie nell'ipertiroidismo:

  • Crescita rapida delle unghie

  • Unghie snocciolate e scolorite

  • Lunule (mezze lune) e cuticole assenti

  • Onicolisi (unghia di Plummer)

  • Acropachia (può verificarsi bastonatura delle dita con osteoartropatia, inclusa la formazione di nuovo osso periostale

I nostri piedi possono dirci molto sulla nostra salute della tiroide. Spesso mostrano segni evidenti di malattia anni e persino decenni prima di una diagnosi della tiroide.




  • Keen, M.A., et al. A Clinical Study of the Cutaneous Manifestations of Hypothyroidism in Kashmir Valley. Indian J Dermatol. 2013 Jul-Aug;58(4):326.

  • Puri, N. A Study on Cutaneous Manifestations of Thyroid Disease. Indian J Dermatol. 2012 May-Jun;57(3):247-248.

  • Safer, J.D. Thyroid hormone action on skin. Dermatoendocrinol. 2011 Jul-Sep;3(3):211-215.

  • Yonova. D. Pruritus in certain internal diseases. Hippokratia. 2007 Apr-Jun;11(2):67-71.

  • Taylor, J.S., et al. Pruritus. Cleveland Clinic. Center for Continuing Education. April 2010.

  • Broda O. Barnes, MD. Research Foundation Inc. http://www.brodabarnes.org

  • Landis, E.M. The Capillaries of the Skin: A Review. Journal of Investigative Dermatology. 1938 Aug;1(4):295-311.

  • Neki, N.S. Pitting Edema in Hypothyroidism. JIMSA. 2013 Apr-Jun;26(2):133.

  • Dyrmishi, B., et al. Secondary hypothyroidism and the tarsal tunnel syndrome. Endocrine Abstracts. 2016;41:EP 1076.

  • Giordano, N., et al. Hyperuricemia and gout in thyroid endocrine disorders. Clin Exp Rheumatol. 2001 Nov-Dec;19(6):661-5.

  • Penza, P., et al. Painful neuropathy in subclinical hypothyroidism: clinical and neuropathological recovery after hormone replacement therapy. Neurol Sci. 2009 Apr;30(2):149-51.

  • Cakir, M., et al. Musculoskeletal manifestations in patients with thyroid disease. Clinical Endocrinology. Sep 2003;59(2):162-7.

  • Sharif-Alhoseini, M., et al. Underlying Causes of Paresthesia, Paresthesia, Dr. Luiz Eduardo Imbelloni (Ed.), ISBN: 978-953-51-0085-0, InTech, Available from: http://www.intechopen.com/books/paresthesia/underlying-causes-of-paresthesia

  • Macura. A.B., et al. [Nail susceptibility to fungal infections in patients with hypothyroidism and hyperthyroidism]. Przegl Lek. 2005;62(4):218021.

  • Harsch, I.A., et al. Hashitoxicosis – Three Cases and a Review of the Literature. Available from: https://www.touchendocrinology.com/sites/www.touchendocrinology.com/files/harsch_1.pdf

  • Aktuna, D., et al. [Beta-carotene, vitamin A and carrier proteins in thyroid diseases]. Acta Med Austriaca. 1993;20(1-2):17-20.

  • Keen, M.A., et al. A clinical study of the cutaneous manifestations of hyperthyroidism in Kashmir valley – India. Our Dermatol Online. 2016;7(1):5-9.

  • Mayo Clinic. Fingernails: Possible problems. Available from: https://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/adult-health/multimedia/nails/sls-20076131

  • Rich, P. Nail changes due to diabetes and other endocrinopathies. Dermatologic Therapy. 2002;15:107-110.



1.286 visualizzazioni0 commenti

La tua donazione ci aiuta

Se ti è piaciuto questo articolo, saremmo molto felici di un piccolo contributo al nostro lavoro! Per poter continuare a dare una informazione libera. Dona ora con PayPal.

Iscriviti alla mia Newsletter
Ogni mese consigli sulla salute via e-mail, informazioni sulla naturopatia e tendenze nella medicina naturale
Il tuo modulo è stato inviato!
Competenza e fiducia:
I nostri testi sono preparati professionalmente, scientificamente e controllati legalmente da esperti interni: farmacisti, biologi e nutrizionisti. In caso di domande sul contenuto del testo, inviare una e-mail a:
info@patriziacoffaro.it
bottom of page