top of page
Cerca

Mimulus: il fiore che ti cambia


Spesso, quando si parla del fiore di bach mimulus, in molti lo conoscono come il fiore della paura delle cose conosciute. Per vederlo in una forma più ampia, affermerei che si tratta del fiore della paura delle cose note, ovvero, della povertà Ora, con i miei clienti ho usato Mimulus per la paura delle cose conosciute, e la rabbia che spesso è il volto della paura. Ma se avessi un euro per ogni volta che ho sentito una persona che conosce Mimulus e che assumendolo riferire che i cieli si aprono e piovono euro dal cielo, potrei comprare la casa al mare. A parte gli scherzi, nel mio lavoro tutti si aspettano sempre che tu sia felice: dopotutto sei il loro supporto, il loro operatore olistico preferito. È facile confondere l'atmosfera emotiva di un naturopata con un rapido segno della sua competenza.

Sono sempre intorno a persone in crisi, lavorando con informazioni sempre incomplete con situazioni che possono cambiare rapidamente con una posta in gioco alta. I migliori naturopati tendono ad essere persone altamente sensibili, molto intuitive, ma imparare a elaborare tutte quelle emozioni non fa sempre parte del nostro addestramento. Spesso si trovano operatori olistici che si definiscono naturopati senza aver conseguito nessun studio specifico in materia senza aver conosciuto la naturopatia nel suo vero significato. E molti naturopati che hanno conseguito uno studio non hanno, ancora oggi, saputo gestire quell'emotività che rende unica la figura del naturopata.

Ma torniamo ai fiori di bach per poi arrivare dritti a Mimulus. Oggetto di approfondimento di oggi. Nel lontano 1997 (avevo 27 anni), sono stata presentata ai fiori di Bach da un mistico che viveva nell’antica città di Angkor , precisamente a Pre Rup, fra l'altro è uno dei posti più belli dell’Asia e del mondo, e meta turistica principale della favolosa Cambogia. Entrambi parlavamo con un inglese a stento, ma riuscivamo a capirci benissimo. Era tutto ciò che ci circondava che riusciva a fare connessione tra di noi. Non puoi non rimanere stupita dai meravigliosi alberi cresciuti tra le gigantesche teste di Buddha e le enormi pietre delle guglie. Questo mistico si chiamava Norodom un simpatico signore di 70 anni circa, ricordo la prima volta che lo vidi, si trovava sugli alberi. viveva in una casa minuscola, e ad oggi ancora mi chiedo come possa aver conosciuto i fiori di Bach in un posto così sperduto. Questo signore aveva i modi più impeccabili; era una delle anime più premurose che avessi mai incontrato. Come gli stavo vicino, percepivo la sua energia, mi nutrivo della sua persona, sicuramente sarò stata il classico vampiro energetico, ma reggeva benissimo la mia energia distorta di allora.


Un giorno ha rivelato uno dei suoi tanti segreti: i fiori di Bach. Ebbi la fortuna di farmi fare una seduta di riflessologia plantare, ricordo come se fosse ieri. Ero sdraiata su di un lettino fatto con rami di alberi, ma non era assolutamente scomodo. Io ero felicemente emozionata. E mentre lui mi massaggiava i piedi i gli parlavo della mia terra, dell'italia. Ad un certo punto mi disse: "Now, I use a particular oil", Ero serena, perché con lui avrei fatto qualsiasi pratica alternativa volta al riequilibrio energetico. Ma mentre parlavo della bellezza delle colline pisane con un velo di umorismo (che non so se avesse compreso), scoppiai in un pianto dirotto. Un pianto che nasceva dall'anima. Le uniche parole che riuscii ad esprimere con fatica furono: "Sorry, I can't hold back the tears" (scusami, non riesco a trattenere le lacrime). Praticamente, aveva usato un fiore specifico di Bach insieme ad un olio vettore ed era riuscito a sbloccare i blocchi che avevo dentro di me. Da li compresi che da quel giorno, i fiori di Bach mi avrebbero sempre seguito nella mia quotidianità. Ci salutammo, mi regalò un piccolo libretto in lingua khmer dove ci sono alcuni utilizzi per i fiori di Bach.

Anni dopo, quando ho iniziato la mia pratica di Naturopata, suggerivo di tanto in tanto i fiori di Bach se pensavo che le condizioni di qualcuno avessero una forte componente emotiva. Ma dopo un po' ho dovuto smettere. La stessa cosa frustrante continua ad accadere tutt'oggi. Quando suggerivo o preparavo io stessa i fiori a qualcuno. Tornavano una settimana più tardi e dicevano: "Non credo che questi stiano facendo nulla per me. Non sento alcun cambiamento." Tiravo fuori i miei appunti dalla loro prima consulenza e analizzavo di nuovo i loro sintomi iniziali.

"Ti senti ancora ansiosa la sera?"

"mmmh... no."

"Sei ancora sdraiato a letto la notte, incapace di dormire e ossessionato da ________________?"

"No, in realtà, il mio sonno è andato molto meglio."

"Bene, allora ... cosa intendi quando dici di non aver sentito alcun cambiamento?"

Silenzio...

Quindi ho smesso di suggerirli. Mi sono resa conto dopo un po' che quello che queste persone avevano cercato di dirmi era che non si sentivano drogati, come si sentivano con un farmaco come EN o Xanax. E non potevo continuare a provare a competere con questi farmaci. I clienti a cui avevo dato i fiori di Bach a quanto pare non si erano accorti dei loro effetti, non si sentivano drogati.

Qualche anno fa, dopo aver smesso di cercare di convincere i clienti dei benefici dell'assunzione di fiori di Bach, sono stata chiamata per aiutare a controllare l'ansia grave in una situazione che incontriamo troppo spesso. Un giovane mi si è presentato con insonnia, dolori al petto occasionali, attacchi di panico, il classico tipo di disturbi che spesso, alla sua età, rispondono rapidamente ai giusti amminoacidi, micronutrienti, agopuntura e lavoro pratico.

Questo ragazzo aveva perso il lavoro, il problema era che aveva una famiglia da mantenere. Due o tre sedute sembrarono sufficienti per prendersi cura della situazione, questo fino a pochi mesi dopo, quando sarebbero tornate le stesse lamentele. Fu così che gli praticai la digitopressione al collo, quando un pensiero mi colpì come un mattone in fronte: essenze floreali!

Sembrava avere molta paura derivante dall'insicurezza finanziaria della sua vita. Così gli ho dato Mimulus. Ecco, non ho avuto sue notizie per circa un anno a quel punto ha risposto a una delle mie email dicendomi:

“Grazie mille per l'ultimo trattamento, Patrizia. Non sono stato in contatto perché i miei sintomi non sono mai tornati. E indovina cosa!? Circa una settimana dopo aver iniziato a prendere i fiori ho avuto una chiamata per un lavoro!



Ma di storie così ne potrei raccontare tantissime, soprattutto di persone che mi chiedono cosa potevo fare per aiutarle a superare il panico che stava sorgendo. Ad una in particolare le ho raccontato dell'esperienza di quel ragazzo, della perdita del lavoro, della sua rinascita. Sarà casuale? Sicuramente, ma: "Cosa abbiamo da perdere?". Nel giro di un'ora aveva i fiori di Bach tra le mani e in due settimane aveva il suo primo cliente. Sono passati alcuni anni e anche se la sua nuova attività è sicuramente decollata ha goduto di una sicurezza finanziaria forte. Ho molte altre storie come queste.


Faccio parte di diversi gruppi Facebook esteri di medicina naturale, un argomento di discussione perenne è: cosa fare quando gli affari sono lenti, soprattutto di questi periodi. Il mio consiglio perenne: Mimulus. Ho clienti in ogni parte del mondo, per questo ho dovuto smettere di fare consulenze, perché non ho più tempo per il mio lavoro ufficiale. Per questo, per le consulenze sui fiori di Bach uso le email. Con semplici domande e la sensibilità che "dovrebbe" contraddistinguere un naturopata, suggerisco rimedi o li preparo io stessa specifici per la persona.

Quindi, cosa facciamo quando le cose rallentano? Rispondo in tre parole: "Mimulus Bach Flower". Ora, mi rendo conto che queste storie metteranno a dura prova la fede. È il genere di cose che la maggior parte delle persone ragionevoli direbbe è che dovrebbe essere vissuta in prima persona per essere credibile.


Ma questo si sa, è il problema dei fiori di Bach! I fiori di Bach aumentano la sincronicità. Sembrano accelerare la comparsa di coincidenze significative nella propria vita. Apri la tua mente e loro entreranno. Non sono il tipo di suggerire 5/6 fiori per volta come fanno in tanti. Come mi ha insegnato Norodom: "bisogna entrarci in empatia con la persona, chiudere gli occhi e percepire il suo dolore. I fiori si faranno strada dentro di te. Li riconoscerai. Non importa la quantità di fiori, ma il fiore, un passo alla volta per fissare bene il percorso. Tornare indietro è un attimo". Ad una mia amica, proprio pochi giorni fa, gli fu suggerito un cocktail di fiori di Bach. Mi chiamò in preda alla disperazione, piangeva ed era sfiduciata, terrorizzata dai ricordi. Le dissi cosa stesse facendo, cosa era accaduto, dopo un'ora mi disse: "sai sto prendendo i fiori di Bach". Ecco, cosa può accadere quando si prescrivono fiori senza averne conoscenza né empatia.


Per informazioni scrivere a: info@patriziacoffaro.it







 

QI OIL BALANCE è un olio di sesamo bio-frequenziato ad altissima frequenza vibrazionale per il ripristino e il riequilibrio dei tessuti. Interagendo con il tessuto, QI Oil permette di modularne la frequenza. Le Bio-frequenze dell’olio sfruttano il principio dei ‘Domini di Coerenza’ per il ripristino della risonanza propria dei tessuti. QI OIL BALANCE, grazie alle frequenze impresse e all’azione combinata dei componenti di origine naturale, esplica un effetto antidolorifico, antinfiammatorio, antireumatico, antivirale, antibatterico, antiossidante, miorilassante, riequilibrante, antiparassitario e antimicotico. Molto apprezzato dalla medicina ayurvedica come medicamento per le sue proprietà benefiche sulla pelle, viene usato anche per trattare ustioni cutanee, eruzioni ed eczemi.


Scopri i prodotti della Green Shield cliccando qui


133 visualizzazioni0 commenti

Kommentare


La tua donazione ci aiuta

Se ti è piaciuto questo articolo, saremmo molto felici di un piccolo contributo al nostro lavoro! Per poter continuare a dare una informazione libera. Dona ora con PayPal.

Iscriviti alla mia Newsletter
Ogni mese consigli sulla salute via e-mail, informazioni sulla naturopatia e tendenze nella medicina naturale
Il tuo modulo è stato inviato!
Competenza e fiducia:
I nostri testi sono preparati professionalmente, scientificamente e controllati legalmente da esperti interni: farmacisti, biologi e nutrizionisti. In caso di domande sul contenuto del testo, inviare una e-mail a:
info@patriziacoffaro.it
bottom of page