top of page
Cerca

Gestire le riacutizzazioni autoimmuni


Ricordo quando intrapresi il percorso verso la remissione di Hashimoto, ero entusiasta, felice, come se avessi trovato la chiave di volta per i malesseri devastanti che mi portavo dietro da più di 20 anni. Iniziai il percorso della disintossicazione dalla dominanza estrogenica, dal mercurio per colpa di 2 amalgame tolte senza precauzioni. Iniziai ad eliminare glutine e latticini, ma non solo, adottai una serie di accortezze e strategie personalizzate sulla mia persona. Ricordo che siamo tutti come fiocchi di neve, ciò che fa bene a me non è detto che possa far bene a te.


Piano piano ritrovai uno spiraglio di luce, fu come se una mano mi tirasse fuori da quell'oscurità in cui caddi nell'indifferenza totale dei medici e persone vicine che non capivano cosa stessi attraversando. Quando ero al culmine dei miei malesseri, non ho mai perso le speranze, ero sicura che avrei ritrovato la luce. Ogni giorno ho cercato motivazioni interiori che mi dessero forza e speranza, amavo troppo la vita per mollare il tutto e vivere, con l'etichetta errata inflitta dai medici per loro incapacità di curare adeguatamente, di depressa.


Si, oggi posso dire di aver ripreso in mano la mia vita, sono andata in remissione da Hashimoto. Andare in remissione non vuol dire guarire e chi afferma che da Hashimoto si guarisce, non ha letto nessun libro sull'immunologia. Per questo, mantenere la remissione è un lavoro continuo. Può accadere che Hashimoto o la tua patologia autoimmune si riaccenda, rivivendo qualche sintomo destabilizzante. Per questo, ho deciso di scrivere questo articolo. E per prima cosa voglio dirti questo: NON DEVI AVER PAURA DELLE RIACUTIZZAZIONI!


Ti voglio aiutare a gestire adeguatamente le tue riacutizzazioni senza andare nello sconforto e senza colpevolizzarti. Spesso le riacutizzazioni sono dovute ad uno stile di vita errato, oppure da troppo stress, ma tu non devi disperarti. Seguimi...


Suggerimenti per la gestione delle riacutizzazioni


Non lasciare che una riacutizzazione definisca il tuo mondo


Avere una riacutizzazione non significa che hai perso tutto il lavoro fatto. Quando ti rimetti in regola con un alimentazione antinfiammatoria, può volerci del tempo prima che le fiammate di Hashimoto o Basedow inizino ad andare via. Cerca che diminuiscano di numero e intensità e presta attenzione al tempo che si allunga tra le fiammate. Quando si tratta di salute autoimmune, cerca il progresso, non la perfezione.


Sii la tua priorità


Questo è il momento per prenderti cura di te stesso. Se sei abituato a prenderti cura degli altri e hai una vita frenetica, potresti avere l'abitudine di metterti per ultimo. Durante una riacutizzazione, devi metterti al primo posto. Annulla tutti gli obblighi facoltativi e chiedi aiuto ai tuoi cari.


Allevia il tuo dolore


Per molte malattie autoimmuni, una riacutizzazione significa dolore intenso. Non sentirti in colpa per alleviarlo con i farmaci. Non è salutare soffrire di dolore. Poi penserai a disintossicarti dai farmaci, ma se ora sono necessari per aiutarti a sopportare il dolore, assumili tranquillamente (logicamente informa il medico).


Dormire


Per molte malattie autoimmuni, una riacutizzazione significa affaticamento intenso. Per tutti gli esseri umani, il sonno è quando il corpo guarisce e si rigenera. Vai a letto presto, rispetta il ciclo circadiano, dormi fino a tardi, fai dei sonnellini (il dormire fino a tardi vale solo per le riacutizzazioni). So che a volte i sintomi di una riacutizzazione possono rendere difficile il sonno. Fai del tuo meglio per riposare, in qualsiasi modo tu possa gestirlo.


Concentrati sugli alimenti curativi


Bevi brodo di ossa, mangia carne di organi biologiche. Divertiti con le zuppe fatte in casa sono particolarmente nutrienti in questo periodo.


Bere tisana al miele allo zenzero tra i pasti


È un antinfiammatorio naturale e un aiuto digestivo. Grattugiare o tritare un po' di radice di zenzero fresca (circa un cucchiaino da tè) nella tazza e versarvi sopra dell'acqua bollente, coprire e lasciare agire per 3-5 minuti. Versare al setaccio e aggiungere il miele crudo a piacere.


Non abbuffarti


Durante una riacutizzazione, è facile pensare: "Vada a quel paese! Comunque mi sento malissimo, farò quello che voglio". E poi ci si abbuffa di cibo cattivo, che purtroppo amplifica e allunga la fiammata. Può essere chiamato cibo di conforto, ma in realtà dovrebbe essere chiamato cibo che induce il dolore. Meriti di più. Scegli invece cibi curativi che forniscono il vero conforto.


Disintossicare


La salute è un equilibrio costante di nutrimento e disintossicazione e durante una fiammata hai bisogno di supporto in entrambe le aree. Prova uno di questi metodi delicati: un bagno disintossicante, spazzolatura della pelle secca o impacchi di olio di ricino.


Piangere


Ricordo che una volta, quando stavo trattenendo le lacrime, una donna saggia mi disse: “Le lacrime stanno guarendo, quindi non combatterle. Lasciali scorrere". È vero. Il dolore fa parte del processo. E le lacrime sono disintossicanti .


Ridere


Sembra controintuitivo, giusto? Come puoi ridere quando ti senti malissimo? Ma questo è il momento di cui hai bisogno per ridere di più. È un antistress naturale e antinfiammatorio. Il famoso autore, Norman Cousins, ha trattato la sua spondilite anchilosante attraverso la terapia della risata, dicendo che era il miglior sollievo dal dolore che poteva trovare. Quindi guarda un film o un programma televisivo divertente, confidando che sia una medicina.


Pratica l'amor proprio


Durante le fiammate, possiamo arrabbiarci molto con il nostro corpo, sentendoci come se ci stesse attaccando. Ma il nostro corpo sta facendo il meglio che può fare per ritrovare l'equilibrio e ha bisogno del nostro amore in questi momenti più che mai. Nonostante quello che dicono i medici, i nostri corpi sono nostri alleati, non nostri nemici.


Meditare


Potresti pensare che la meditazione sia impossibile durante una riacutizzazione, ma per me è essenziale. C'è la realtà fisica di una fiammata, che è intensa, ma forti emozioni possono peggiorarla ulteriormente. Mi arrabbiavo e mi riempivo di rabbia. Mi terrorizzavo con il pensiero che non ne sarei più uscita. Il mio cuore accelerava e l'infiammazione nel mio corpo aumentava. È l'opposto di ciò di cui avevo bisogno. La meditazione non ha portato via il mio dolore fisico, ma mi ha calmato e ripristinato una sensazione di pace emotiva e mentale, che sono emozioni curative. La meditazione non è solo per i maestri. 15 minuti possono fare miracoli.


Diario


A volte, abbiamo bisogno di esprimere le nostre emozioni prima di poter lasciare andare, e con un diario è un modo meraviglioso per farlo. Butta giù la tua rabbia, i tuoi pensieri limitanti, esprimi le tue paure, esorcizzale. Se non riesci a scrivere, tieni un diario dove butti giù dei disegni, non devono essere per forza belli, non colpevolizzarti se non riesci a scrivere o disegnare. Puoi sempre acquistare online quei libri con Mandala da colorare con colori a tua scelta, lo puoi trovare qui: Mandala da colorare. L'arte terapia è altrettanto potente non puoi immaginare che benefici apporta.


Musicoterapia


Siamo stati tutti commossi dalla musica. Alcune canzoni ci fanno venire voglia di ballare, altre ci fanno piangere, altre ci fanno semplicemente fermare ad ascoltare, perché sono così belle. Durante una fiammata, il tipo di musica che ti calma potrebbe essere morbida, come una carezza. Oppure potrebbe essere una canzone ad alto volume che ti fa urlare. Scegli la musica che parla alla tua anima. La mia musica preferita nei momenti delle fiammate è la musica di Chopin: Notturno n° 9, ascoltalo qui, ma cerca di trovare la tua musica, adatta a te.


Terapia dell'abbraccio


Abbracciare rilascia ossitocina, che è un ormone che calma il corpo e ci fa sentire bene. E funziona che si tratti del tuo coniuge, tuo figlio, tua sorella, il tuo amico o il tuo animale domestico. C'è persino uno studio che afferma che abbracciarsi può ridurre il dolore. Quindi, riempiti di abbracci delicati. Non ci sono limiti.


Medicina del sole


Se il tempo è bello, sdraiati al sole per 15-30 minuti. Il suo calore lenisce, stare all'aria aperta rinfresca e la vitamina D che ottieni dai raggi del sole aiuta il corpo a guarire. Tuttavia, alcune malattie autoimmuni sono accompagnate da intolleranza al calore o sensibilità al sole. Se sei tu, goditi invece un po' di tempo all'ombra fresca. Puoi sentire il conforto di una leggera brezza sulla tua pelle, guardare il gioco della luce sulle foglie e ascoltare i richiami degli uccelli. La natura è un'esperienza per i sensi che attiva la risposta di rilassamento di cui il nostro corpo ha bisogno.


Sfrutta la connessione mente-corpo


Quando sei in una riacutizzazione, è naturale esserne ossessionato, ma farlo può peggiorare la fiammata. Se hai identificato la causa, è facile cadere nella trappola di riprodurre la scena nella tua mente, desiderando che non fosse mai accaduto. Ma il cervello è interessante: ogni volta che rivedi una scena, è come se stesse accadendo di nuovo nel momento presente. Questo può allungare la fiammata, cosa che non devi assolutamente fare. Quindi, invece, ogni volta che ti ritrovi ossessionato, fai un respiro profondo e visualizza il bagliore nel tuo passato, non nel tuo presente. Quindi, visualizza qualcosa che ti rende felice e concentrati invece su quello. Questo può richiedere pratica, ma più lo fai, più noterai che quando sei ossessionato è più facile sostituire quell'ossessione con un'immagine positiva. Ti insegno il mio mantra preferito quando un pensiero negativo affolla la mia mente: "Questo pensiero non mi appartiene". sembra un mantra stupido senza nessun effetto. Ma non è così, è molto potente, vi assicuro che viene cancellato il pensiero negativo, eliminando l'effetto drastico che potrebbe avere un pensiero negativo sul corpo.


Anche questo deve passare


Ricorda che le fiammate sono temporanee. Quando sei nel mezzo di una, è facile dimenticarlo. Ogni fiammata che ho avuto, temevo che non si sarebbe fermata, anche se le fiammate, per progettazione, sono temporanee. Quindi, combatti quella paura dicendo il mantra, "Anche questo passerà", ancora e ancora, finché la paura non sarà scomparsa.


Resa


Abbiamo tali associazioni negative con questa parola. Pensiamo che significhi arrendersi. In realtà, significa semplicemente lasciar andare. Quando divampavo, mi irrigidivo e mi sentivo lottare contro di essa per cercare di far sparire la fiammata. Questo ha avuto ogni volta l'effetto opposto. Era come se la mia fiammata avesse reagito. Arrendersi significa semplicemente accettare la realtà del momento. Può effettivamente sembrare molto tranquillo. E quando vediamo chiaramente la nostra realtà, è più probabile che intraprendiamo i passi necessari per prenderci cura di noi stessi. Quindi molla la presa...


Le fiammate non sono fallimenti


Le fiammate sono già abbastanza dure, per questo non devi aggiungere colpa e vergogna. Siamo molto più duri con noi stessi che con gli altri. Oggi trattati come faresti con un migliore amico. Non devi essere perfetto per essere degno di salute e felicità. E la verità è che a volte le fiammate avvengono indipendentemente da quello che facciamo. È la natura della malattia autoimmune. Ciò non significa che i nostri sforzi non contino. L'obiettivo è che le fiammate diventino meno frequenti, meno gravi, di durata più breve ed essere gentili con noi stessi durante tutto ciò. Che tu conosca o meno la causa di queste fiammate voglio che tu sappia questo: NON SEI UN FALLIMENTO.








AUTOIMMUNITA' E RECODE 21: Vorrei invitarti a iscriverti al nuovo Training Informativo "Recode 21". Che tu soffra di più sensibilità alimentari, sensibilità chimiche o malattie autoimmuni, ti mostrerò esattamente come ripristinare la tolleranza al tuo sistema immunitario. Come saprai, io stessa ho sofferto di malattia autoimmune, di sensibilità alimentari e chimiche. Ero arrivata ad un punto che la mia vita era soggetta a molte restrizioni, oltre a sintomi debilitanti. Tutto ciò ne risentì sia il lavoro che la mia vita sociale. ​ Questo metodo del Training Informativo ha aiutato tantissime persone a calmare il loro sistema immunitario iperattivo e a migliorare notevolmente la loro qualità di vita complessiva. Il ripristino della tolleranza orale si ottiene affrontando gli squilibri del sistema immunitario attraverso la dieta, lo stile di vita e l'integrazione. ​ Per assicurarti che sia facile da seguire, ho fornito deliziose guide di ricette, cartelle di lavoro e una comunità online e il gruppo Facebook dedicato Recode 21 per supportarti durante il programma. Seguendo le raccomandazioni del Training Informativo, in breve tempo noterai che le tue reazioni alle proteine ​​alimentari e alle sostanze chimiche miglioreranno notevolmente. ​ Ho preso la letteratura scientifica più attuale sulla tolleranza immunitaria, ho fatto corsi sulla tolleranza orale e immunitaria e ho realizzato un Training Informativo che ho vagliato su me stessa e sulle persone a me care e molti professionisti sanitari si stanno avvicinando a questo programma. Guarda l'anteprima del Training informativo RECODE 21: CLICCA QUI Per informazioni scrivere a: info@patriziacoffaro.it Rimani aggiornato, segui la mia pagina Facebook: Patrizia coffaro - Naturopata

757 visualizzazioni0 commenti

La tua donazione ci aiuta

Se ti è piaciuto questo articolo, saremmo molto felici di un piccolo contributo al nostro lavoro! Per poter continuare a dare una informazione libera. Dona ora con PayPal.

Iscriviti alla mia Newsletter
Ogni mese consigli sulla salute via e-mail, informazioni sulla naturopatia e tendenze nella medicina naturale
Il tuo modulo è stato inviato!
Competenza e fiducia:
I nostri testi sono preparati professionalmente, scientificamente e controllati legalmente da esperti interni: farmacisti, biologi e nutrizionisti. In caso di domande sul contenuto del testo, inviare una e-mail a:
info@patriziacoffaro.it
bottom of page